Dopo il riposo di Capodanno, la Consar Ravenna ha ripreso il lavoro in palestra a ranghi ridotti. Dopo l’ultima partita di SuperLega giocata a Trento, hanno, infatti, lasciato la squadra i giocatori stranieri che da domenica 5 gennaio saranno impegnati, con le loro nazionali, nei gironi di qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo.

Agli otto giocatori italiani rimasti coach Bonitta ha aggiunto diversi ragazzi dell’Under 18 per sviluppare allenamenti completi.  Lavoro a parte per Daniele Lavia, che sta recuperando gradatamente dal fastidio al ginocchio sinistro, accusato dopo la partita con Piacenza. Le sue condizioni, e quindi la possibilità di rientrare in campo già nella partita contro Sora di mercoledì 15 gennaio, saranno monitorate giorno per giorno.

Occhi puntati in palestra, dunque, dove si  comincia a preparare la sfida contro i ciociari ma occhi puntati anche e soprattutto agli impegni internazionali dei propri atleti: a Berlino cercano il pass per Tokyo Ter Horst con l’Olanda, Grozdanov con la Bulgaria, e Kovacic con la Slovenia.  E’ rimasto, invece, escluso dalla lista dei convocati nell’ultimo giorno utile per la compilazione del roster il palleggiatore serbo Aleksa Batak.

Ter Horst e Grozdanov saranno avversari nel girone, che comprende anche la Francia piena di vecchie conoscenze del pubblico ravennate (Lyneel, Tilli e Toniutti) e la Serbia, mentre Kovacic con la Slovenia avrà come avversari nell’altro raggruppamento  i padroni di casa della Germania, la Repubblica Ceca e il Belgio di un altro ex Consar, Peter Verhees. In palio un solo posto per Tokyo. Si comincia domenica 5 con Francia-Serbia e Slovenia-Belgio, oltre a Repubblica Ceca-Germania. Tre partite di qualificazione al giorno fino a mercoledì 8 gennaio: giovedì 9 le semifinali incrociate e venerdì 10, alle 20.10, la finalissima.

Oltre oceano, a Vancouver, in Canada, sfida fratricida tra i padroni di casa con Sharone Vernon-Evans e la nazionale cubana di Raul Roamy Alonso per l’unico pass a disposizione dell’area Norceca. Avversarie nel girone in programma dal  10 al 12 gennaio saranno Messico e Porto Rico.

Si comincia il 10, alle 23.30 (ora italiana) con Canada-Messico e a seguire Cuba-Porto Rico. Al termine delle sei partite del girone, la prima classificata volerà a Tokyo. La sfida in casa Consar, Canada-Cuba, è in programma sabato 11 gennaio, alle 23 (ora italiana).

“Se pensiamo già all’estate scorsa e ai podi di alcuni nostri atleti con le rispettive nazionali giovanili – riflette il presidente della Consar, Luca Casadio – e se pensiamo anche alla lunga estate azzurra di Lavia e guardiamo adesso a quanti nostri giocatori, anche quelli che negli ultimi anni hanno indossato la nostra maglia di Ravenna, sono impegnati nelle qualificazioni olimpiche, ci rendiamo conto di come l’agenda internazionale del Porto Robur Costa non sia mai stata così piena e folta come adesso.  Per noi è motivo di grande piacere, oltre che di orgoglio. Questa nuova vetrina internazionale è uno stimolo e un pieno di entusiasmo per provare a essere protagonisti in campionato anche nel girone di ritorno, dopo lo straordinario sesto posto con cui abbiamo chiuso l’andata”.