Pista ciclabile (foto di repertorio)

Il malcontento della Federazione Italiana Ambiente Bici

Riportiamo di seguito le parole di Fiab (Federazione Italiana Ambiente Bici) che espone il proprio parere a proposito della petizione (che ha raccolto 800 firme) che sarà presentata al sindaco di Lugo per fermare i lavori di realizzazione delle piste ciclabili in quanto causerebbero l’eliminazione di 76 posti auto.

“E’ stato con viva soddisfazione che Fiab (Federazione Italiana Ambiente Bici) Ravenna, associazione che promuove la mobilità ciclabile a tutela ambientale, ha appreso dalla stampa locale della realizzazione da parte del Comune di Lugo di percorsi ciclabili protetti casa-scuola, intervento inserito nell’ambito del progetto di mobilità sostenibile, di cui Fiab è fautrice e sostenitrice.

A seguito dell’intervento, la circolazione nella zona interessata, compresa fra Viale Miraglia, Via Compagnoni e Via Rocca, verrebbe modificata con l’inserimento di sensi unici di marcia

Ed è stato invece con disappunto che sempre dalla stampa locale ha accolto la successiva notizia secondo cui due Consiglieri Comunali della Lega di Lugo intendono presentare al Sindaco una petizione affinché i lavori di realizzazione dei percorsi ciclabili vengano fermati e a sostegno hanno raccolto 800 firme.

La motivazione addotta è che la costruzione delle due piste ciclabili comporterebbe nella zona l’eliminazione di 76 posti auto, mentre il parcheggio esistente in Piazza Trisi non è tale da contenere un grande numero di auto.

Il danno ricadrebbe, a loro dire, sia sui genitori che la mattina avrebbero difficoltà ad accompagnare i figli nei plessi scolastici del San Giuseppe e del Baracca, che sulle attività commerciali della zona che ne riceverebbero un danno economico.

Fiab Ravenna, nel rilevare anzitutto che i lavori in questione non possono essere fermati, in quanto già ultimati e realizzati con fondi europei, ancora una volta non riesce a capacitarsi di come si possa trascurare l’urgente necessità di tutelare il nostro ambiente e la nostra salute, tutela verso cui la riduzione dell’inquinamento è uno dei primi passi. Ed anche come si possa non valutare positivamente che il disincentivare la dipendenza dalla mobilità motorizzata a favore di quella pedonale o ciclistica, soprattutto in aree scolastiche cosi come anche previsto dalle modifiche del Codice della Strada in corso di approvazione, oltre che essere a beneficio della salute, è un importante messaggio culturale ed educativo da fare nostro, ma ancor di più rivolto ai nostri figli: favorire l’attività fisica (camminare o muoversi in bici per andare a scuola), aumentare lo spirito di autonomia e indipendenza dei ragazzi e favorire i rapporti sociali con i compagni di scuola.

Per avere un migliore chiarimento ed esplicitare l’appoggio di Fiab Ravenna, il Vice Presidente e Coordinatore Regionale Ing. Nevio Senni nella giornata di venerdi 17 gennaio incontrerà il Sindaco del Comune di Lugo Davide Ranalli. Nell’occasione approfitterà per sottolineare quanto l’associazione effettivamente finalizzi il proprio impegno a promuovere città a misura delle persone”.