Dovranno rispondere del reato di inquinamento ambientale

Verso la fine il capitolo della Berkan B

Dovranno rispondere del reato di inquinamento ambientale per il parziale affondamento del relitto della nave Berkan B (con fuoriuscita di idrocarburi) nella piallassa Piomboni i vertici dell’Autorità Portuale: il presidente Daniele Rossi; il segretario generale Paolo Ferrandino e il dirigente amministrativo Fabio Maletti.

Come riporta il Resto del Carlino, è stato recapitato ai diretti interessati l’avviso di conclusione indagine, quindi la procura intende portarli a processo. 

Questa, l’ultima svolta dopo l’ennesimo ribaltone del 28 ottobre 2019: il Tribunale della Libertà di Bologna annullò la sospensione (decisa dal Gip su richiesta della procura il 25 settembre 2019) di Rossi, Ferrandino e Maletti, che tornarono quindi in carica.

Il provvedimento di sospensione, emesso per la prima volta il 9 settembre 2019, era già stato revocato il 19 settembre 2019, salvo poi venire confermato dal Gip. 

A dicembre, il caso della Berkan B finì a Striscia la Notizia

Mario Petrosino nuovo direttore operativo dell’Autorità Portuale

Mario Petrosino farà ritorno in via Antico Squero dopo anni in Cna diventando il nuovo direttore operativo dell’Autorità Portuale.

Leggi anche: