+Europa attacca: “Vogliamo che questa regione resti un luogo di tolleranza e libera discussione”

Raid vandalico nella notte a Lido Adriano contro manifesti elettorali di alcune liste di Centrosinistra, +Europa ed Emilia-Romagna Coraggiosa, che sostengono la candidatura di Stefano Bonaccini alle regionali del 26 gennaio prossimo. La stessa +Europa in una nota accusa dell’azione alcuni militanti leghisti: “Queste azioni testimoniano il clima pesante di questa campagna elettorale e la ‘svolta moderata’ del partito di Salvini”.

“Se questo è il cambiamento che vogliono per l’Emilia-Romagna possiamo certo farne a meno – afferma Nevio Salimbeni, coordinatore lista +Europa/Psi/Pri -. In questi giorni si assiste ad un progressivo aumento dell’aggressività leghista: sui social, sui manifesti e sui volantini di +Europa in particolare. È la dimostrazione che i nostri temi spaventano sovranisti ed estremisti locali. Non ci spaventano nè ci frenano, vogliamo che questa regione resti un luogo di tolleranza e libera discussione.”

La solidarietà di Andrea Liverani (Lega)

In mattinata arriva anche la solidarietà di Andrea Liverani: “Esprimo solidarietà nei confronti degli altri partiti e dei loro candidati. Sono stato anch’io vittima, nelle scorse settimane di campagna elettorale, di teppisti (e anche di ladri), ma questi non appartengono ai partiti e rimangono delinquenti e teppisti – scrive Andrea Liverani – ci battiamo per la sicurezza in ogni ambito e questi gesti sono lontani anni luce dai pensieri della Lega e dei suoi sostenitori”.