Grande successo per l’evento “#OneLastShot” al parco “Fagiolo” in via Zalamella

Anche Ravenna è stata grande protagonista dell’evento “#OneLastShot” che ieri, domenica 2 febbraio, è andato in scena nei campetti da basket di tutta Italia per commemorare Kobe Bryant. Ancor prima dell’omaggio tributato nel pre-partita dall’OraSì, alle ore 15, infatti, molti giocatori ravennati, ma anche tanti bambini e famiglie, si sono dati appuntamento al parco Fagiolo, in via Zalamella, aggiungendosi alle decine di altri campetti iscritti all’iniziativa. Decine di persone hanno voluto dare, anche a distanza di tanti kilometri, l’ultimo saluto al grande e amatissimo campione, morto settimana scorsa in un tragico incidente in elicottero assieme alla figlia Gianna Maria, che ha ispirato un’intera generazione di sportivi

Da Milano a Reggio Emilia, da Genova a Bologna, Firenze, Roma, Napoli e dovunque ci siano fan del Black Mamba, il grande campione è stato commemorato con una serie di “campettate” in contemporanea, “per onorarlo – dicono gli organizzatori – nello stesso modo in cui lui è entrato nelle nostre vite. Giocando e divertendoci, possibilmente con una canotta del Black Mamba addosso”.