Stefano Bonaccini (foto di repertorio)

10 assessori di cui 6 uomini e 4 donne

La nuova Giunta

Sono stati comunicati oggi, 13 febbraio, i nomi che comporranno la nuova Giunta Bonaccini, la quale si insedierà, come riportato da Il Resto del Carlino, dopo l’avvio formale della nuova legislatura pervisto per il prossimo 28 febbraio, giorno in cui si insedierà la prima seduta dell’Assemblea legislativa regionale.

Assessori e deleghe

  • Sanità: Raffaele Donini (vicepresidente uscente)
  • Ambiente e Protezione Civile: Irene Priolo
  • Lavoro: Vincenzo Colla (vicesegretario della Cgil)
  • Cultura: Mauro Felicori
  • Vicepresidente; Welfare e Patto per il Clima: Elly Schlein
  • Bilancio: Paolo Calvano (segretario regionale del Pd)
  • Turismo, Infrastrutture e Trasporti: Andrea Corsini
  • Montagna e Pari Opportunità: Barbara Lori 
  • Scuola e all’Università: Paola Salomoni
  • Agricoltura: Alessio Mammi 

Sottosegretario alla presidenza della Giunta: Davide Baruffi.

Stefano Bonaccini si riassegna le deleghe alla programmazione Fondi Europei, Autonomia, sicurezza e legalità, Ricostruzione post sisma e sport.

La nuova Giunta è quindi composta, oltre che dal presidente e dal sottosegretario, da dieci assessori, di cui sei uomini e quattro donne.

Nota congiunta di tutti i 18 sindaci della Provincia di Ravenna

“Come Sindaci della Provincia di Ravenna esprimiamo tutti e 18 congiuntamente un sentito apprezzamento per la conferma di Andrea Corsini nella rinnovata Giunta Regionale e per la visione strategica con cui il Presidente Stefano Bonaccini ha assegnato le deleghe.
In particolare riteniamo che aver assegnato ad Andrea Corsini sia le deleghe riguardanti Turismo e Commercio sia quelle relative a Infrastrutture, Mobilità e Trasporti rappresenti una lungimirante visione volta a poter sviluppare con coerenza per l’intera regione Emilia Romagna quel sistema integrato di trasporti e offerta turistica che solamente insieme possono produrre quel valore aggiunto capace di fare la differenza.
Riteniamo infine che la nomina e le deleghe assegnate ad Andrea Corsini possano e debbano rappresentare in particolare per la provincia di Ravenna e per l’intera Romagna un’occasione fondamentale per affrontare con decisione e superare quel divario infrastrutturale che ancora oggi caratterizza il nostro territorio.
A tale fine come Sindaci della Provincia di Ravenna, a partire dall’importante lavoro fatto fin qui, ci impegniamo insieme a fare la nostra parte assieme alla Giunta Regionale nel definire le priorità condivise e nel promuovere gli investimenti più utili allo sviluppo dell’intero territorio”.

Il commento del sindaco Michele de Pascale

“Un grandissimo in bocca al lupo alla nuova giunta regionale nominata in poco tempo dal presidente Stefano Bonaccini e composta da nomi di altissima qualità.
La nuova squadra di Bonaccini è sinonimo di continuità ma allo stesso tempo di grande innovazione.
Naturalmente non posso che dirmi estremamente soddisfatto per la conferma di Andrea Corsini quale assessore al Turismo e al Commercio; e sono ancora più contento e soddisfatto per il fatto che a queste due importanti deleghe si siano aggiunte quelle, fondamentali, alle Infrastrutture e ai Trasporti.
Durante la campagna elettorale sono stato al fianco di Bonaccini e avevo percepito con forza come egli intendesse dare risposte strategiche alle carenze infrastrutturali di tutta la Romagna e in particolare a quelle della provincia di Ravenna.
Rispetto a questa priorità, la scelta di Corsini come assessore alle Infrastrutture e ai Trasporti rappresenta il massimo che si potesse desiderare.
Conosco molto bene Andrea e collaboro con lui dal 2004.

L’ho visto crescere, assumere ruoli via via sempre più importanti ed esercitarli con impegno, autorevolezza, passione e competenza; sono quindi particolarmente contento, perché la sua professionalità e il suo senso delle istituzioni meritavano questo riconoscimento.
Da ultimo, ma non per ultimo, ci tengo a sottolineare che il territorio romagnolo guadagna così un altro consigliere regionale, Gianni Bessi, che continuerà a svolgere un importante attività per tutto il territorio romagnolo in particolare per quanto riguarda i temi delle politiche industriali, energetiche e agroalimentari”.