Il giovane era sottoposto, dal maggio del 2019, al divieto di ritorno nel comune di Ravenna

La Polizia di Stato ha arrestato un 24enne ghanese per il reato di danneggiamento seguito da incendio commesso da persona sottoposta a misura prevenzione. La notte del 9 febbraio scorso personale della Sezione Volanti dell’Ufficio prevenzione Generale Soccorso Pubblico della Questura e dei vigili del Fuoco è intervenuto in via Carducci, a causa di un’auto data alle fiamme.

In seguito a quanto accaduto, gli investigatori della Squadra Mobile hanno acquisito le immagini videoregistrate del sistema di video sorveglianza dell’Amministrazione Comunale e le registrazioni di sistemi anti intrusione di abitazioni private, che hanno chiarito l’esatta dinamica della vicenda e gli spostamenti dell’autore del fatto.

In particolare l’uomo, camminando nella via Carducci, si è chinato affianco del passaruota di un’autovettura ibrida e, dopo aver dato fuoco ad alcuni fazzoletti di carta, si è allontanato. 

Grazie ai filmati acquisiti gli agenti della Squadra Mobile hanno individuato l’autore dell’incendio nel il 24enne ghanese, che è stato rintracciato, nella serata di mercoledì, con indosso i medesimi abiti utilizzati la sera del 9 febbraio scorso, nei pressi di una mensa di Ravenna per persone in difficoltà.

L’uomo, risultato gravato da numerosi precedenti penali e di polizia, è stato condotto in Questura dove, in seguito agli approfondimenti investigativi, è emerso che era sottoposto, dal maggio del 2019, alla misura di prevenzione del divieto di ritorno nel comune di Ravenna, per il periodo di tre anni.

Pur essendo trascorsa la flagranza di reato, il giovane è stato dichiarato in arresto, per aver commesso un reato mentre era sottoposto ad una misura di prevenzione, e condotto alla Casa Circondariale di Ravenna.