Carabinieri (foto di repertorio)

L’uomo aveva organizzato il suo appartamento in una vera e propria serra

I Carabinieri della Compagnia di Ravenna, nella serata di mercoledì 13 maggio, hanno tratto in arresto un 52enne del luogo per coltivazione e spaccio di sostanza stupefacente: aveva trasformato la sua casa in una serra per la coltivazione, la produzione e la vendita al dettaglio di canapa indiana.

In particolare i Carabinieri della Stazione di Via Alberoni, costantemente impegnati sul fronte della repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, e già distintisi nelle scorse settimane per altri risultati dello stesso genere, insospettiti dall’insolito afflusso di persone all’interno di un edificio e sentendo l’inconfondibile odore delle piante di cannabis messe in essicazione, hanno ritenuto necessario operare una perquisizione.

L’uomo aveva organizzato il suo appartamento in una vera e propria serra, con sistemi di irradiamento ed irrigazione, faceva crescere le piante di marijuana in una stanza mentre in un’altra le faceva diligentemente essiccare. In totale sono state sequestrate ben 8 piante della migliore qualità e più di 230 gr di sostanza stupefacente già pronta per lo spaccio.

Visti tutti gli elementi raccolti, l’uomo è stato quindi dichiarato in stato di arresto. A seguito del rito direttissimo tenutosi nella mattinata di ieri, giovedì 14 maggio, l’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto e ha comminato al soggetto l’obbligo di dimora nel comune di Ravenna con permanenza notturna.