Importante compleanno per l’azienda guidata da Romana Tamburini

Può essere difficile da credere, ma attraversando i corridoi bianchi della Surgital – brand oggi presente in 60 Paesi, con due filiali commerciali in Francia e U.S.A. e area manager in Germania e Gran Bretagna – si sente ancora l’eco dei suoi inizi pionieristici.

Sono passati 40 anni da allora, eppure l’entusiasmo, le risate, il duro lavoro di quel gruppo di ragazze, che guidate da Romana Tamburini  tirava la sfoglia nel piccolo Laboratorio Artigianale Tortellini, sono ancora lì.

E forse è proprio questo il segreto di una storia di successo: non dimenticare mai il sogno degli inizi. E andare avanti con la stessa determinazione.

Gli inizi

“Era il 1980 – racconta Romana Tamburini, oggi presidente e direttore di produzione Surgital – e con mio marito Edoardo Bacchini aprimmo un piccolo laboratorio artigianale  per la produzione di pasta fresca venduta al dettaglio agli abitanti di Lavezzola e ai ristoranti della zona. L’ambiente era familiare: c’erano addirittura i miei figli che aprivano le uova per la sfoglia e ripetevano a voce alta le tabelline”.

Poi dopo cinque anni arriva l’intuizione che cambierà la storia del laboratorio: “Il mio gruppo di sfogline era esperto e veloce e producevamo a testa, solo di garganelli, un chilo di pasta al giorno. Davvero troppo. Fu così che cominciò a nascere l’idea della surgelazione. Allora era un metodo non ancora utilizzato per la conservazione della pasta, ma decidemmo di provare”. E quello che accade dopo darà loro ragione.

“Nel 1985 acquistammo la nostra prima cella di surgelazione. Stendevamo la pasta sui telai che poi allineavamo tutto intorno alla cella, mentre al centro riponevamo le materie prime”: l’avventura era iniziata. Dopo cinque anni nasce il primo modulo (1000 mq) di quello che oggi è il polo Surgital. Sono gli anni in cui i figli, Massimiliano, Elena ed Enrica entrano in azienda, gli anni in cui si inizia a partecipare agli eventi fieristici.

Ma è nel 2000 che si compie il salto più significativo, con l’apertura all’estero. È così che la famiglia Bacchini inizia ad esportare nel mondo la maestria nella pasta fresca italiana ricevendo straordinari riscontri.

Il presente

Oggi con i suoi dieci brand dedicati a diversi target, una produzione giornaliera di 135 tonnellate di pasta fresca, 60.000 piatti pronti monoporzione e 8 tonnellate di sughi in pepite, la Surgital è un vero e proprio punto di riferimento per il foodservice e il retail internazionale. Nello stabilimento di 28.000 m2 di superficie, dove lavorano 340 dipendenti, sono attive 29 linee di produzione, e nel magazzino automatizzato a -20 °C sono stoccate oltre 600 referenze di prodotto preparate con materie prime eccellenti, molte delle quali certificate D.O.P.

La storia di questa azienda tutta romagnola – dalle mani fino al cuore – è una parabola in continua ascesa, in cui non secondaria è la vocazione alla sostenibilità sociale e ambientale, comprovata da un codice etico interno, cresciuto negli anni.

La Surgital, infatti, fonda la sua crescita costante sull’efficienza energetica, riducendo le emissioni di CO2 attraverso tre innovativi impianti per la produzione di energia pulita, l’utilizzo di depuratori e la riduzione dei consumi d’acqua, grazie a un sistema di osmosi inversa.

L’attenzione al sociale è testimoniata dalle numerose iniziative benefiche locali e internazionali, fra cui la donazione di 100mila euro all’Ospedale di Lugo per la trasformazione in Covid Hospital durante i mesi più bui della pandemia.

Quando si chiede a Romana Tamburini i segreti di questo quarantennale successo, risponde: “Dal punto di vista strategico è fondamentale porsi sempre nuovi obiettivi, investendo molto in ricerca e sviluppo: ogni quattro anni realizziamo un ampliamento e inoltre investiamo tutti gli utili in azienda. Dal punto di vista psicologico ritengo centrale agire con costanza e credere sempre in quello che si fa e negli obiettivi che ci si pone. La grande unione familiare ha fatto e continua a fare il resto…”.

C. N.

_______________

Profili d’Impresa: è una rubrica dedicata alle imprese e agli imprenditori di successo del territorio romagnolo.