Un momento dell'incontro

L’incontro con il segretario nazionale Sauro Moretti

“Rinascimento Sgarbi a Ravenna sostiene il candidato sindaco Alvaro Ancisi della ‘Lista per Ravenna’. Ieri l’incontro con il segretario nazionale Sauro Moretti”. Così un post su Facebook annuncia una novità per quanto riguarda le amministrative 2021. Poi un comunicato, nel quale sono stati illustrati i contenuti della “cena ristretta”, che ha avuto luogo in un capanno sulla golena sinistra del fiume Lamone, a Marina Romea. Hanno presenziato Sauro Moretti, segretario nazionale del movimento “Rinascimento con Vittorio Sgarbi” e braccio destro del parlamentare e critico d’arte ferrarese, il leader di Lista per Ravenna Alvaro Ancisi, il suo vice Gianfranco Spadoni, Mirko De Carli del Popolo della Famiglia e Rosanna Biondi, già consigliera comunale di Ravenna nel mandato in scadenza. Partecipe, pur assente per impegni di lavoro in Marina Romea stessa, Massimo Fico per la Lista del Mare.

In questa occasione, è stato spiegato, “si è definita una positiva e proficua collaborazione per le prossime elezioni amministrative di Ravenna, con la previsione anche di una venuta in città dello stesso Vittorio Sgarbi. È stato dunque ufficializzato un impegno forte sulle priorità sempre rappresentate dalle battaglie di Sgarbi. Si è ritenuto che la formula migliore per sostenerle sia la formazione di una coalizione civica guidata da Lista per Ravenna, che le valorizzi nel proprio programma, impegnandosi a portarle avanti nell’arco del prossimo mandato elettorale, così come ha fatto, distinguendosi da ogni altra rappresentanza consiliare, nel mandato 2016-2021, tramite un confronto attivo con le realtà imprenditoriali e le associazioni dei cittadini attive nei settori dell’arte, della cultura e del turismo qualificato.

“Sarà così possibile riprendere, rapportandolo alla realtà politica della città di Ravenna, le parole stesse di Sgarbi, già inserite nelle premesse del programma elettorale di Lista per Ravenna: ‘L’Italia è la prima potenza culturale nel mondo, eppure ha una classe politica che ne è totalmente inconsapevole, incapace di capire che il nostro futuro si deve giocare nel patrimonio artistico, ed è anche lì che bisogna investire. I valori della civiltà sono valori patrimoniali, vanno indicizzati come valori economici. Ciò vuol dire che con la cultura si mangia. La parola politica viene da polis: fare bella una città, governare bene una città sono atti politici; quindi parlare della bellezza vuol dire fare politica. Parlare delle città italiane, una più bella dell’altra, vuol dire fare politica. Quale più di Ravenna? Questo è il senso dell’impegno chiesto da Sgarbi, omen nomen, a Lista per Ravenna”.