Sequestro palloni da volley al porto di Ravenna

Operazione della Guardia di Finanza e dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli al porto di Ravenna

Nei giorni scorsi, nell’ambito della consolidata sinergia operativa sviluppatasi tra i finanzieri della 2a Compagnia ed i funzionari dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli di Ravenna è stato sottoposto a controllo, prima che uscisse dagli spazi doganali, un container proveniente dalla Cina e contenente palloni da volley.
Nel corso dell’ispezione veniva quindi accertato che la società importatrice aveva tentato di introdurre nel territorio dello Stato merce contraffatta in quanto sui palloni era riprodotto un disegno riconducibile al noto personaggio dei fumetti “Captain America”, tutelato da brevetto internazionale.
Per tali ragioni la merce veniva sottoposta a sequestro penale e il legale rappresentante della ditta importatrice denunciato alla Procura della Repubblica di Ravenna per aver introdotto nel territorio dello Stato i palloni da volley senza l’autorizzazione del soggetto detentore del diritto di proprietà intellettuale.
L’attività si colloca nell’ambito dei costanti servizi di vigilanza doganale che interessano lo scalo marittimo cittadino, a presidio del libero mercato europeo. Difatti, la commercializzazione sul territorio dell’Unione di prodotti contraffatti costituisce una pericolosa forma di illegalità e di concorrenza sleale.