(foto da Shutterstock.com)

Martedì 14 dicembre un approfondimento su miti e leggende, fede e ragione, teologia e scienza nella Divina Commedia

Martedì 14 dicembre, alle 17, nell’aula magna della Casa Matha, in piazza Andrea Costa 3, si terrà un incontro aperto al pubblico dal titolo Dante: miti e leggende, fede e ragione, teologia e scienza nella Divina Commedia. L’iniziativa dedicata all’opera del Sommo Poeta è promossa dalla Fondazione Ravenna Risorgimento nell’ambito delle celebrazioni per il VII centenario della morte di Dante Alighieri.

L’incontro vedrà il Primo Massaro Maurizio Piancastelli e il vice sindaco Eugenio Fusignani, in veste di presidente della Fondazione Ravenna Risorgimento, portare i  saluti ai partecipanti.

La professoressa Fulvia Missiroli introdurrà i lavori scanditi da quattro lezioni che presenteranno l’opera di Dante sotto diversi aspetti.

Aprirà il professor Gianmichele Galassi, Accademico Ordinario dell’Accademia delle Scienze di Siena, che parlerà di Simbologia, esoterismo, miti, leggende e studi scientifici nell’opera di Dante. A seguire Pawel Andrzej Gejewski, professore di Teologia delle religioni presso la Facoltà Valdese di Teologia di Roma, tratterà di Dante Alighieri: tra religioni, fede e AgapeMassimo Seriacopi, docente di Lettere, dottore di ricerca in Filologia dantesca, presenterà una riflessione dal titolo Ulisse in Dante: un riflesso di sé nella Comèdia.

Concluderà la giornata Andrea Matucci, docente di Letteratura all’Università di Siena, corso di Letteratura Italiana, con la conferenza dal titolo: Il percorso simbolico del Paradiso.

Per l’accesso alla conferenza saranno applicate le vigenti norme anti Covid-19.