Due settimane di appuntamenti a partire dal 1 marzo

In vista dell’8 marzo, Giornata internazionale dei diritti della donna, il Comune di Ravenna – assessorati alle Politiche e cultura di genere e al Volontariato promuove una serie di eventi e iniziative organizzati da associazioni, gruppi femminili, gruppi informali e da altre realtà cittadine, per ricordare le conquiste dell’universo femminile, ma anche per parlare di discriminazioni e violenze fisiche e psicologiche di cui le donne ancora oggi sono oggetto in tutto il mondo. Gli eventi inizieranno oggi, 1 marzo, e proseguiranno per due settimane.

Tra le tante iniziative in calendario, anche quella intitolata “Una bandiera per le donne dell’Afghanistan – Festa della donna 8 marzo 2022”, con la quale il Comune di Ravenna intende sostenere ed esprimere la solidarietà dell’Italia nei confronti del popolo afghano. Per l’occasione verrà quindi esposta in municipio la bandiera tricolore della Repubblica islamica dell’Afghanistan.

Anche il mondo scolastico parteciperà alle diverse iniziative messe in campo, attraverso una serie di incontri pensati per alcune classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado, così da aprire un confronto con studenti e studentesse sul tema dei diritti dell’infanzia ed in particolare i diritti delle bambine e delle ragazze riflettendo sull’istruzione, le spose bambine, il lavoro femminile minorile. Nella scuola secondaria, invece, attraverso la visione di un cortometraggio si affronterà il tema della prevenzione della violenza di genere. Parlando di scuola, si sottolinea l’impegno del liceo artistico Nervi-Severini, in particolare della classe 5 ° C corso di grafica, che con il dirigente scolastico Gianluca Dradi e la professoressa Maria Cristina Gastaldello ha collaborato per la realizzazione delle immagini e della grafica del programma 2022 dedicato alla Giornata internazionale della donna, mettendo a disposizione competenze, entusiasmo e impegno.

“Anche se ci troviamo ancora ad operare nel contesto pandemico – ha commentato l’assessora Federica Moschini – il lavoro delle associazioni non si è mai fermato, perché la sensibilizzazione su questo tema deve essere capillare e continua. Durante l’emergenza sanitaria infatti sono aumentati i dati relativi alla violenza domestica e ai femminicidi, e quelli relativi al crollo dell’occupazione che riguardano per lo più le donne. Gli appuntamenti delle prossime settimane saranno l’occasione per riflettere su argomenti quali la parità di genere, l’affermazione delle donne nella società e per evidenziare i passi ancora da compiere. Nonostante molti progressi siano stati fatti in molti ambiti, la parità di genere non è ancora raggiunta”.

Le iniziative in programma per le prossime due settimane sono molto diversificate tra loro e si rivolgono a tutta la cittadinanza.

  • Il primo appuntamento è con “Leggere Dante al femminile”, iniziativa a cura della sezione di Ravenna di Fidapa BPW Italy e si svolgerà dall’1 all’8 marzo alle 17 davanti alla Tomba di Dante.
  • Venerdì 4 marzo alle 18 sarà la volta della presentazione del libro “La strada si conquista” di Manuela Mellini, che si svolgerà alla Casa delle donne in via Maggiore 120. La presentazione è a cura di Fiab Ravenna in collaborazione con Casa delle donne Ravenna. Prenotazione su Eventbrite: https://bit.ly/3sIbAn0
  • Dal 4 marzo al 6 aprile nelle vetrine della Cassa di Risparmio in piazza del Popolo saranno esposte le coroncine del progetto “Racconti Ravennati”, a cura di Linea Rosa e Collettivo mosaiciste Racconti Ravennati.
  • Dal 4 al 13 marzo nelle vetrine del centro, l’iniziativa “Donne amiche di sempre – insieme contro la violenza” prevede l’esposizione di una coroncina in mosaico e una locandina con i contatti del centro antiviolenza Linea Rosa, che cura l’iniziativa con il comitato Spasso in Ravenna.
  • Venerdì 4 marzo alle 17 a Cittattiva in via Carducci 14 si svolgerà il laboratorio “Fiori per le donne”, a cura di associazione Malva-ucraini di Ravenna/Cittattiva.
  • Sabato 5 marzo alle 9.30 in piazza San Francesco, davanti allo Iat, “Conquistiamo la strada”, una cicloescursione urbana lungo i luoghi di Ravenna legati a figure femminili. A cura di Fiab Ravenna. Per informazioni: www.fiabravenna.it
  • Nelle giornate di sabato 5 e lunedì 7 marzo, alle medie Dante Alighieri di Lido Adriano ed Enrico Mattei di Marina di Ravenna e all’istituto superiore Callegari Olivetti ci sarà un momento di confronto per la prevenzione della violenza di genere: “Basta poco per cambiare… a scuola”. A cura di Cnai-nucleo Ravenna.
  • Sabato 5 marzo alle 15 al parco della Chiesa di Massa Castello ci sarà l’inaugurazione dell’aiuola dedicata a Elisa Bravi e a tutte le vittime di femminicidio. A cura del gruppo “Una panchina per Elisa”.
  • Domenica 6 marzo alle 16.30 a palazzo Rasponi dalle Teste in piazza Kennedy 12 verrà inaugurata la mostra fotografica “Resilienza: donne che fanno la differenza”, di Elena Fiore e a cura di Linea Rosa. Per prenotarsi: 0544-216316 oppure monicav@linearosa.it. La mostra sarà aperta fino al 20 marzo.
  • Nel weekend del 6 e 7 marzo alle 17 “Pomeriggio di poesie e canzoni”, conDaniela e Leonardo Vallicelli alla sala Tamerice di via Vittorio Veneto a Castiglione di Ravenna. Evento a cura di associazione culturale castiglionese Umberto Foschi. Per prenotazioni 3297421205.
  • Domenica 6 marzo alle 15 a Cittattiva in via Carducci 14, l’incontro “La donna camerunense intraprendente”, il racconto di Mammy Ndyanga a cura dell’associazione camerunense Pyramide.
  • Sempre domenica 6 marzo, ma alle 18, a palazzo Rasponi dalle Teste in piazza Kennedy 12 si svolgerà  l’evento di danza e teatro con Arte Danza University “Donne: punto e altrove”. Con testi di Sabina Spazzoli e a cura di Linea Rosa in collaborazione con Svagarte. Per prenotazioni: 0544-216316, oppure monicav@linearosa.it.
  • Diverse le iniziative pensate per l’8 marzo. Dalle 7.30 alle 16.30 in via Cavour all’angolo con via Barbiani verranno distribuite le mimose. Iniziativa a cura di Udi Ravenna. 
    Alle 16.30 alla biblioteca Oriani in via Ricci 26 verrà inaugurata la mostra fotografica “Sheroes- Donne eroiche”, a cura di Soroptimist international club di Ravenna e del fotografo Federico Borella. Per prenotazioni: ravenna@soroptimist.it. La mostra sarà aperta fino al 18 marzo.
    Alle 20.30 al teatro Socjale di Piangipane si svolgerà l’evento teatrale “(Xxn) Sfumature di donne di scienza” con Sara D’Amario e a cura dell’associazione Amici di Esmeralda e teatro Socjale, con l’adesione di Linea Rosa.
    Alle 21 alla sala Corelli del teatro Alighieri in via Mariani 2 si svolgerà il concerto di musica classica tenuto da cinque giovani musiciste della Young musicians european orchestra. A cura di Emilia Romagna Concerti.
    Per tutta la settimana invece si svolgerà l’iniziativa pensata per le scuole elementari e medie inferiori “#8Marzodelle bambine”, con video, letture e riflessioni sul tema dei diritti delle bambine e delle ragazze. Evento a cura di Unicef Ravenna e istituti scolastici.
  • Mercoledì 9 marzo alle 16.45 il seminario online “A 50 anni dalla legge sugli asili nido, parlano le donne”, con la proiezione del video “I nidi, una conquista per le donne anche a Ravenna”. A cura di Udi Ravenna in collaborazione con Cgil e Spi Cgil e con il patrocinio del Comune e il sostegno di Romagna Acque. Per prenotazioni: udiravenna@gmail.com
  • Al Mama’s club di via San Mama 75, venerdì 11 marzo alle 21.30 si esibirà “Lisa Manara in solo”, voce, chitarra e tastiera. Inoltre verrà esposto il materiale di Mai+!, progetto contro la violenza sulle donne a cura di Mama’s Club e Ge.Ne.Ra. Per prenotazioni: 331 9118800 oppure info@mamasclub.it.
  • Sabato 12 marzo alle 17, Maria Dell’Anno presenterà il suo libro “E ‘l modo ancor m’ offende”. Voci di donne vittime di femminicidio. L’evento, a cura di Linea Rosa, Amici della Biblioteca Classense, Fidapa BPW Italy, si svolgerà nella sala Dantesca della biblioteca Classense di via Baccarini 3. Per prenotazioni 0544-216316, oppure monicav@linearosa.it.
  • L’ultimo evento in programma è per venerdì 18 marzo alle 16.30, con “La “nostra” bell hooks e la sua lezione politica”, un dialogo con Lea Melandri, Stefano Ciccone, Piera Nobili. Diretta streaming sulla pagina Facebook dell’associazione Femminile maschile plurale. A cura di Fmp Aps e Lud Aps Milano.