Sul territorio regionale. Tre persone indagate, numerose sanzioni amministrative contestate

Oltre 1.200 persone controllate, 43 stazioni ferroviarie presenziate, centinaia di bagagli ispezionati, tre persone indagate e numerose sanzioni amministrative contestate.

Sono questi i risultati dell’operazione di controlli straordinari in ambito ferroviario “Stazioni Sicure”, effettuata nella giornata dell’11 agosto, coordinata a livello nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria del Ministero dell’Interno, che ha visto impegnati sull’intero territorio regionale circa 130 operatori della Polizia Ferroviaria.

Il dispositivo adottato dalla Polizia Ferroviaria, con il contributo delle unità cinofile della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza, di personale di Protezione Aziendale, delle Ferrovie dello Stato Italiane e delle Guardie Particolari Giurate, è stato attuato potenziando, anche in vista delle partenze di Ferragosto, i controlli ai varchi di accesso alla stazione.

In particolare, nelle stazioni di Bologna Centrale e Ravenna, i controlli hanno consentito di sequestrare circa 30 grammi di sostanza stupefacente tipo hashish.

Sempre a Bologna, nell’ambito della medesima operazione, sono state denunciate in stato di libertà quattro persone, tre per aver rifiutato di fornire le proprie generalità ed uno straniero risultato irregolare sul territorio nazionale.