Il Direttore Marittimo, C.V.(CP) Michele Maltese e il Procuratore Capo della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ferrara, Dott. Andrea Garau
Il Direttore Marittimo, C.V.(CP) Michele Maltese e il Procuratore Capo della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ferrara, Dott. Andrea Garau

Collaborazione di militari della Capitaneria di porto da preporre ad attività investigative e di Polizia Giudiziaria

Si è conclusa, nella giornata odierna, la visita del Procuratore Capo della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ferrara, Dott. Andrea Garau, presso la Direzione Marittima dell’Emilia-Romagna in Ravenna, accolto, dal Direttore Marittimo, C.V.(CP) Michele Maltese.

L’incontro è stato improntato principalmente sulla firma congiunta di una convenzione tra la Procura della Repubblica presso il tribunale di Ferrara, che ha richiesto la possibilità di potersi avvalere della collaborazione di militari di questa Capitaneria di porto aventi la qualifica di Agenti/Ufficiali di Polizia Giudiziaria, da preporre ad attività investigative e di Polizia Giudiziaria con particolare riferimento ai reati riconducibili nei compiti e funzioni di natura specialistica del Corpo delle capitanerie di porto – Guardia costiera e la Capitaneria di porto di Ravenna che ha ritenuto opportuno e conveniente per l’Amministrazione implementare e sviluppare la collaborazione istituzionale tra l’Ufficio Circondariale Marittimo di Porto Garibaldi con la locale Procura della Repubblica, concedendo il distacco funzionale di militari in possesso della qualifica di Agenti/Ufficiali di P.G. per la trattazione organica delle deleghe d’indagine attinenti a reati riconducibili nei compiti d’istituto del Corpo delle capitanerie di porto – Guardia costiera.

Nel corso dell’incontro, il Direttore Marittimo ha rappresentato al Procuratore le realtà principali del porto di Ravenna, uniche in Italia per la sua particolare conformazione che, visti il suo elevato numero di terminalisti e traffici marittimi, lo rende il principale porto commerciale della Regione Emilia-Romagna. Inoltre gli sono state rappresentate le attività di vigilanza svolte quotidianamente, lungo tutto il territorio Emiliano Romagnolo dalle donne e uomini della Guardia Costiera, con l’obiettivo di continuare a soddisfare l’interesse pubblico e garantire una migliore fruibilità del territorio, non solo dal punto di vista della sicurezza balneare. La visita si è protratta anche presso la sede di Porto Corsini dove, il Procuratore, ha avuto modo di prendere piena conoscenza della realtà della sala operativa dell’VIII MRSC (Maritime Rescue Sub Centre).

Nella circostanza, il Procuratore GARAU ha voluto esprimere l’apprezzamento dell’Autorità Giudiziaria per il ruolo ricoperto sul territorio Romagnolo dal personale della Guardia Costiera, sottolineando in particolare l’importanza della nuova collaborazione.

Il Comandante MALTESE ha infine confermato l’impegno dell’Autorità marittima nelle attività di polizia giudiziaria di competenza istituzionale, ringraziando per la costante vicinanza della Procura della Repubblica di Ferrara, come testimoniato dal proficuo e cordiale incontro di questa intensa giornata.