Franco Bertoni, curatore della mostra in programma a Marina di Ravenna

Alla galleria FaroArte, l’esposizione, curata da Franco Bertoni e promossa dall’associazione Capit Ravenna, verrà inaugurata alle 21 e sarà visitabile fino a domenica 25 settembre

A conclusione della stagione espositiva 2022 alla galleria FaroArte di Marina di Ravenna, l’associazione Capit Ravenna promuove una collettiva di artisti romagnoli dal titolo “Luci sull’acqua”, a cura di Franco Bertoni, con la collaborazione della pro loco di Marina di Ravenna e della fondazione “Cassa di risparmio di Ravenna”, e col patrocinio dell’assessorato alla cultura del Comune di Ravenna e della regione Emilia-Romagna, che verrà inaugura domani, sabato 3 settembre, alle 21.

L’esposizione, visitabile fino a domenica 25 settembre, il sabato e la domenica dalle 16.30 alle 19.30 (per poter osservare la mostra in orati diversi, è possibile prendere un appuntamento telefonando al 326 542917), si propone come occasione di indagine sull’arte contemporanea in Romagna e, in particolare, su quegli artisti che hanno mantenuto salde le relazioni con la grande tradizione figurativa storica e novecentesca. È noto che, in questo territorio, l’arte figurativa ha espresso, nel corso del Novecento, figure significative non solo a livello locale, ma almeno nazionale e che, con più evidenza di quanto non sia avvenuto in altre aree italiane, ha dimostrato, fino a oggigiorno, una singolare capacità di aggiornamento linguistico. Per l’occasione, è stata fatta una selezione non certo esaustiva ma, piuttosto, per campioni, al fine di offrire al pubblico una visione sì parziale, però suggestiva delle tante e varie operatività in atto. Il tema, suggerito dal luogo e dalla tradizione del premio “Marina di Ravenna”, è quello dell’acqua, elemento naturale che, nel tempo, ha affascinato gli artisti e ha rivestito le più diverse valenze simboliche.

Saranno, quindi, esposte opere di Paola Babini, di Onorio Bravi, di Paola Campidelli, di Innokentij Fateev, di Stefano Gattelli, di Enrico Lombardi, di Mauro Maltoni, di Nedo Merendi, di Enrico Minguzzi, di Claudio Montini, di Roberto Pagnani, di Mauro Pipani, di Luca Piovaccari, di Carlo Ravaioli, di Cesare Reggiani e di Monica Spada.

Di seguito, una breve presentazione del curatore dell’esposizione che verrà inaugurata domani, sabato 3 settembre:

  • Franco Bertoni, architetto, ha affiancato alla libera professione un’attività di ricerca storica e di critica sull’architettura neoclassica, sull’arte e sulla ceramica del Novecento italiano ed europeo; sul Minimalismo; e sull’architettura moderna. È stato, per circa un decennio, curatore delle collezioni moderne e contemporanee del museo internazionale delle ceramiche di Faenza. Dal 2011, inoltre, è direttore artistico del museo civico Giuseppe Ugonia di Brisighella. Per i suoi contributi sul Minimalismo, è stato invitato a tenere conferenze sull’arte e sull’architettura del Novecento sia in Italia che all’estero. È stato anche membro di giuria in vari concorsi italiani ed europei