Il capogruppo della lista di opposizione mette in evidenza gli ultimi episodi di criminalità accaduti recentemente in città

“Russi sicura? E’ ora di cambiare passo” Non si arresta a Russi e nelle frazioni l’ondata di episodi di criminalità.

“Nella notte fra mercoledì e giovedì – esordisce Flamigni, capogruppo Lega per Russi – sono stati oggetto di tentato scasso il bancomat dell’Ufficio Postale di Russi e quello di un istituto di credito nella frazione di San Pancrazio. Fortunatamente i malviventi non sono riusciti nell’intento. Resta il danno alle strutture ed il disagio agli utenti.”

Senza andare troppo a ritroso nel tempo, dalla recente “fira di sett dulur” dello scorso settembre gli episodi di furto o tentato furto sul territorio di Russi continuano. 

“Durante la fira – prosegue Flamigni – sono stati rubati 19 mila euro raccolti a scopo benefico. Un altro ambulante è stato derubato dell’incasso di una serata.  Ora questi tentati furti a due sportelli bancomat. Senza contare gli episodi di microcriminalità, risse ed aggressioni che sempre più spesso coinvolgono giovani.” 

Durante la nostra campagna elettorale – concludono Flamigni e Maritozzi in una nota congiunta – siamo stati quasi derisi per aver incentrato gran parte dei punti programmatici sul tema della sicurezza. I nostri avversari politici, in particolare i membri dell’attuale amministrazione, ci accusavano di esserne ossessionati e asserivano che Russi non doveva essere resa più sicura, perché già lo era. Purtroppo, e ne siamo desolati, i fatti ci danno ragione e, a questo punto, la speranza è che finalmente chi ci amministra apra gli occhi e faccia qualcosa in merito. Nel prossimo consiglio comunale sarà nostra cura affrontare il tema e chiedere misure preventive efficaci.”