Domenica 20 settembre alle ore 10 i premi saranno assegnati dal sindaco Valentina Palli e dal presidente della Pro Loco Riccardo Morfino

Domenica 20 settembre, alle ore 10.00, il teatro comunale di Russi ospita la manifestazione “Artoran a Ross 2020”, promossa dal Comune e dalla Pro Loco nell’ambito
dell’annuale “Fira di Sett Dulur” che, come noto, a causa della pandemia in atto si sta svolgendo a scartamento ridotto tra mostre, produzione e vendita di prodotti della tradizione enogastronomica locale (belècot, caplèt e canëna növa), cerimonie religiose in onore della Madonna Addolorata e appunto con l’ormai cinquantennale appuntamento con i “russiani lontani”.

In tale occasione, la sindaco di Russi, Valentina Palli, e il presidente della Pro Loco, Riccardo Morfino, consegneranno i riconoscimenti “Un amico per Russi”, “Artoran a Ross” e “Russiano lontano” 2020. Se quest’ultimo verrà consegnato al cittadino originario di Russi che risiede più lontano dalla città fra i presenti in sala, gli altri due premi saranno invece consegnati, rispettivamente, al medico Girolamo Fabbri e al prof. Giuseppe Gorini.
Le motivazioni che hanno guidato nella decisione per l’Amico sono: “Girolamo Fabbri ha espresso, con costante impegno la dimensione dell’agire a supporto della collettività”, contribuendo “allo sviluppo culturale del territorio, fornendo importanti sollecitazioni capaci di offrire chiavi di lettura per comprendere il passato e il presente, interpretando quest’ultimo con spirito critico e consapevole”. Il dotto Fabbri è medico pediatra, esponente Repubblicano, nonché attuale presidente onorario della Pro Loco, per la quale ha ricoperto la carica di presidente per un luongo periodo curando anche la redazione del notiziario dell’associazione. Si occupa da tanti anni anche del notiziario dell’Associazione Conservatrice del Capanno Garibaldi ricoprendo incarichi nel Direttivo dell’ultra centenario sodalizio ravennate. Per le sue competenze mediche era stato chiamato a operare fuori Russi, ma il suo attaccamento alle persone, la luogo ed alla ricerca storica locale hanno prevalso e la sua molteplice azione si è svolta per oltre sessant’anni nel nostro comune.

Il premio “Artoran a Ross 2020” verrà invece assegnato a Giuseppe Gorini, direttore del Dipartimento di Fisica all’Università Milano Bicocca. Il prof. Gorini è nato a Russi nel 1962, diplomatosi nell’81 col massimo, fu ammesso alla Scuola Normale di Pisa dove conseguì la laurea con lode nel 1985 per poi seguire con un dottorato triennale di ricerca con esperienze all’estero.
Primo incarico come tecnologo del Cnr poi dal 1990 è passato all’Università Statale quale ricercatore; dal 199 è alla all’ Università Milano Bicocca, nel cui dipartimento di fisica, che dal 1° ottobre 2018 dirige, ha svolto la sua carriera di ricercatore e docente occupandosi sempre di fusione nucleare, una ricerca che ha la prospettiva di conseguire attraverso tale fusione una fonte di energia illimitata, sicura e disponibile per tutti. Nella motivazione del premio “Artoran a Ross” si sottolinea che “Giuseppe Gorini nel corso della sua lunga carriera di ricercatore e docente universitario ha contribuito all’analisi della fisica sperimentale con importanti e “significativi studi scientifici”, che fanno di lui una delle “figure che con impegno e passione sono diventate eccellenze della quale la nostra città non può che andare fiera”. Importanti sono stati i recentissimi impegni nell’emergenza
COVID per avere contribuito alla realizzazione del primo ventilatore per la respirazione polmonare.