Riceviamo e pubblichiamo la lettera di una lettrice

“Gentilissimi,

apprendo dai giornali come il sindaco De Pascale abbia firmato una nuova ordinanza che prevede lo stop ai locali di distributori automatici che non si dotino di personale di sorveglianza. Ho apprezzato molto l’iniziativa in quanto è noto come, se non gestiti adeguatamente e non sorvegliati, questi “bar self-service” siano a rischio degrado. Ora chiederei al nostro sindaco di fare un passo in più: perché non prevedere personale di sorveglianza anche davanti ai distributori di cannabis legale che stanno “fiorendo” nella nostra città?

Non dimentichiamo che il Consiglio Superiore della Sanità si è espresso sull’argomento rimarcando che l’uso, o addirittura l’abuso, di cannabis light non sarebbe scientificamente esente da rischi al 100%. E se pensiamo a quanto sia facile per un minore (dotandosi di tessera sanitaria di un maggiorenne) accedere a questi prodotti, si capisce bene come sia importante prevedere dei controlli.

 

Saluti