“È di qualche giorno fa la notizia dei malumori generati dalla coda, per alcuni sfortunati tra l’altro inutile, creatasi nella mattinata di sabato 18 gennaio in occasione del rilascio degli abbonamenti per la stagione del Teatro Comico. In molti infatti si sono trovati in coda ai botteghini del Teatro Alighieri, nonostante il freddo e la pioggia, per ottenere i biglietti che, per altro, per i due terzi sono stati venduti online.

Grande malcontento tra chi, dopo ore di fila, è rimasto a bocca asciutta quando gli abbonamenti sono andati tutti esauriti, mentre dalle pagine de Il Resto del Carlino gli organizzatori si sono giustificati dichiarando di ‘non poter accontentare tutti’.

Ma per questo come per tutti quegli eventi che ricevono una sovvenzione pubblica e rischiano di finire in overbooking, sarebbe però molto più giusto ricorrere a un sorteggio per decidere a chi assegnare, invece di seguire la logica della fila, ovvero ‘chi prima arriva meglio alloggia’. Il metodo di sorteggiare i biglietti è stato per altro spesso utilizzato, ad esempio, negli eventi sportivi che hanno maggiore richiesta come le Olimpiadi. Sicuramente si eviterebbero file inutili e le persone rimaste senza abbonamento non potrebbero lamentarsi se non con la sorte”.

RH