Intervento di messa in sicurezza dei marciapiedi di Faenza

Terzo intervento di manutenzione straordinaria lungo alcuni percorsi pedonali. Il nuovo impegno di spesa dell’amministrazione ammonta a 155mila euro

Nuovo intervento per la messa in sicurezza dei marciapiedi di Faenza. La giunta ha infatti recentemente approvato il progetto definitivo di lavori per interventi di riqualificazione e messa in sicurezza dei marciapiedi di altre strade per assicurare la sicurezza dei pedoni.  

Questo è il terzo intervento sui camminamenti della città organizzato nell’arco degli ultimi tre mesi per un totale di investimenti di oltre 450mila euro. Il progetto è stato messo a punto dai tecnici del Servizio Manutenzione Strade del Settore Lavori Pubblici dell’Unione della Romagna Faentina, e prevede la riqualificazione e messa in sicurezza dei marciapiedi di alcune vie di Faenza attorno ad alcune aree scolastiche.

Dai rilievi tecnici effettuati sullo stato manutentivo delle infrastrutture e dalle segnalazioni arrivate alla polizia locale e dai fruitori, anche attraverso il servizio dell’App Comuni-Chiamo, si è evidenziata la necessità di intervenire nelle vie Zambrini e Valgimigli, nei pressi del plesso scolastico che ospita la scuola elementare e materna delle Tolosano dell’Istituto Comprensivo Matteucci.  Si lavorerà poi anche ai percorsi pedonali protetti di corso Garibaldi e viale delle Ceramiche usati, tra gli altri, dagli studenti dell’Iti Bucci, dalle famiglie con bambini del Nido Tatapatata, e dai ragazzi della sezione distaccata delle Carchidio.

Le modalità di intervento saranno differenziate in base alle specifiche situazioni riscontrate durante i sopralluoghi. In alcuni casi i marciapiedi saranno interessati dalle opere di riqualificazione per l’intera lunghezza e su entrambi i lati, in altri casi l’intervento riguarderà solo alcuni tratti particolarmente deteriorati.

L’intervento di riqualificazione e messa in sicurezza dei marciapiedi, dal costo preventivato di 155mila euro, verrà realizzato attraverso fondi dell’amministrazione comunale. La durata dei lavori è prevista in 60 giorni e le opere saranno appaltate nella primavera del 2022 potendo così sfruttare condizioni climatiche favorevoli.