La città di Brisighella

L’attività sorta nel 1872 era particolarmente rinomata nel secolo scorso.

Un altro lutto scuote la comunità di Brisighella. A 91 anni dopo una lunga malattia si è spenta nei giorni scorsi Giovanna Diletti, ultima erede dell’omonima famiglia, fondatrice della storica fabbrica di inchiostri “Gio Diletti”. Sorta nel 1872 come drogheria per iniziativa di Giovanni Diletti, divenne una delle attivià più rinomate del secolo scorso nella produzione di inchiostri di qualità. I prodotti Diletti, dalle grafiche spesso realizzate dal maestro Ugonia, vennero premiati con le più alte onorificenze a tutte le Esposizioni estere e nazionali.

Complice l’avvento della penna a sfera, l’azienda iniziò un lento e inarrestabile declino. L’ attività di famiglia fu portata avanti fino al 1982 dalla madre di Giovanna Diletti, Andreina Carroli. Il nome Diletti, che ha fatto conoscere Brisighella nel mondo, compare ancora nella scritta sbiadita su un muro in via Maglioni “Inchiostri Diletti” che pochi conoscono. La signora Giovanna riposa nella tomba di famiglia a Brisighella a fianco al figlio Giovanni, lascia una nipote. (fonte: Brisighella Aperta notizie dal territorio)