Quattro i punti lungo il litorale ravennate dove questa mattina, domenica 27 settembre, volontari e associazioni coinvolte si sono presi cura del proprio territorio 

Diverse centinaia i partecipanti a Puliamo il Mondo 2020 a Ravenna, l’iniziativa di volontariato ambientale più diffusa in Italia e coordinata da Legambiente.

Quattro i punti presidiati questa mattina da Legambiente e dalle associazioni coinvolte, lungo il nostro litorale.

Due punti a Marina di Ravenna insieme all’associazione Plastic free a ripulire stradelli retrodunali e spiagge.

Un punto a Lido di Classe con la pulizia delle aree di nidificazione del Fratino e uno a Lido di Dante, dove le attività di raccolta sono state accompagnate da un’escursione guidata alla Foce del Torrente Bevano.

“Una grande partecipazione che dimostra la voglia e la necessità di fare comunità dopo il lockdown e prendersi cura del proprio territorio”, commenta Legambiente.

 L’iniziativa vuole anche essere volta a sottolineare la necessità di abbandonare rapidamente l’utilizzo della plastica usa e getta accelerando gli obiettivi della Direttiva europea sul suo definitivo abbandono al 2021.

 Quest’anno poi, un’attenzione particolare anche alla biodiversità, che ha visto le associazioni prendersi cura delle nostre aree naturali e ricordare la nidificazione del Fratino, specie in via d’estinzione.

Il prossimo appuntamento è per sabato 3 ottobre alle ore 10:30 ai Giardini Speyer a Ravenna con CittAttiva, per pulire il quartiere Farini all’interno della “Farini Social Week”.

Hanno partecipato alla giornata:  Legambiente Ravenna, Plastic Free, Ortisti di Strada, Croce Rossa Italiana Comitato di Ravenna, Trail Romagna, Cestha, WWF Ravenna, Lions Club Romagna Padusa, Auser, Fridays for Future Ravenna, Comitato Cittadino di Lido di Dante, Comitato Cittadino di Lido di Classe, Pro Loco di Marina di Ravenna, Tralenuvole APS, Associazione volontari Carabinieri Ravenna, Circolo Velico Marina di Ravenna, Ravenna football club, Basket ravenna, Ravenna Volley, Chiefs, Marina Amatori, Centurione Klan, Ravenna gym h24, Push the green e la Rete di Associazioni a Tutela del Fratino con la collaborazione del Comune di Ravenna ed il CEAS ed il sostegno di Coop Alleanza 3.0.