Bandiera di Legambiente (foto Massimo Todaro / Shutterstock.com)
Bandiera di Legambiente (foto Massimo Todaro / Shutterstock.com)

L’associazione accoglie con favore la nuova area verde, ma interviene per sottolineare l’eccessiva urbanizzazione nelle aree limitrofe

Sono iniziati questa mattina, mercoledì 18 novembre, con le prime piantumazioni, i lavori per il nuovo “Parco Cesarea”. Legambiente interviene per ricordare che “non tutto è verde ciò che è parco”, in quanto, secondo l’associazione, si tratta solo di compensazione a nuove urbanizzazioni.

“Infatti – scrive Legambiente Ravenna in una nota – nel mentre che avviene la piantumazione sono evidenti le gru sullo sfondo in opera nell’impermeabilizzare nuovo suolo vergine per nuovo urbanizzato tra cui anche il nuovo centro commerciale di via Antica Milizia. Ricordiamo infatti che il Comune di Ravenna, secondo l’ultimo rapporto di ISPRA, è il primo comune in regione per valore assoluto di consumo di suolo”.

“Una condizione che richiede un’inversione di tendenza al più presto e che non deve essere mascherata da una finta ideologia ecologista, ma da fatti concreti”, aggiunge Legambiente che conclude: “Insomma nulla da dire sull’accoglimento di questa nuova area verde, ma il prezzo da pagare rimane sempre troppo alto”.