L'allestimento di "Cervia città giardino"

Il progetto promuove la corretta raccolta dell’organico e l’utilizzo valorizzato del compost come fertilizzante naturale

Il “Servizio Giardini” di Cervia verrà premiato dal “CIC” (Consorzio Italiano Compostatori) per il progetto, facente parte dell’iniziativa “Cervia Città Giardino”, “Sì Compost 2030”, che promuove la corretta raccolta dell’organico e l’utilizzo valorizzato del compost come fertilizzante naturale. 

La motivazione, spiegata in una nota dagli organizzatori, riguarda l’impegno nel promuovere, da una parte l’importanza del compost, fertilizzante naturale ed esempio di economia circolare, e dall’altra la necessità di una corretta raccolta differenziata del rifiuto organico.  

In particolare, prosegue la nota, nel comune di Cervia il progetto “Sì Compost 2030” si è concretizzato nell’ambito dell’iniziativa “Cervia Città Giardino”, la mostra d’arte floreale a cielo aperto più grande d’Europa, quest’anno dedicata alla Divina Commedia in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. Il comune, in vista dell’inaugurazione della manifestazione, ha utilizzato il compost a marchio “Compost di Qualità CIC”, proveniente dall’impianto di “Herambiente” e fornito dallo stesso “CIC”, per il ripristino e il rinnovamento delle aiuole nei comuni di Cervia (dove ne sono state progettate, dall’artista Oscar Dominguez, realizzate alcune ispirate al Sommo Poeta) e, di conseguenza, anche nelle sue frazioni come Milano Marittima e Pinarella.  

Il sindaco di Cervia Massimo Medri e la delegata al verde Patrizia Petrucci, in merito al premio ricevuto, hanno dichiarato: “Siamo onorati di questo riconoscimento con cui il Consorzio Italiano Compostatori ha premiato il ‘Servizio Giardini’ del comune di Cervia e l’iniziativa ‘Cervia Città Giardino’, assegnando il ‘Premio Speciale CIC’ all’interno della XXVIII edizione dei ‘Comuni Ricicloni 2021’. È un altro importante risultato per Cervia, che ha sempre fatto della politica ambientale uno dei suoi valori fondanti. Tutte le buone pratiche per la tutela e la valorizzazione del territorio, della natura e dell’ambiente sono più che mai indispensabili per il nostro benessere singolo e collettivo. Le istituzioni in primis hanno il compito fondamentale di promuovere l’educazione alla sostenibilità, facendone strumento culturale, sociale ed economico per sviluppare in tutti i cittadini la conoscenza, la consapevolezza e le azioni virtuose, al fine di garantire alle comunità un futuro con una migliore qualità della vita”, hanno concluso Medri e la Petrucci.