(foto di repertorio)

Le misure emergenziali del Piano Aria attivate per Faenza, Castel Bolognese e Solarolo fino a domani

Il bollettino Liberiamolaria ha evidenziato il superamento delle 3 giornate per il PM10 nel nostro territorio e in tutte le province dell’Emilia- Romagna.


Pertanto,  fino a lunedì 22 novembre 2021 incluso, scattano le misure emergenziali previste nelle Ordinanze nn. 11-12-13 del 30/09/2021 dei comuni di Solarolo, Castel Bolognese e Faenza.

Tali misure emergenziali, che si aggiungono a quelle ordinarie per il periodo dal 1° ottobre 2021 a 30 aprile 2021, già indicate nelle Ordinanze nn. 11-12-13 del 30/09/2021 dei comuni di Solarolo, Castel Bolognese e Faenza, prevedono in tutti i comuni interessati: la riduzione delle temperature di almeno un grado centigrado negli ambienti di vita riscaldati (esclusi ospedali, case di cura, scuole e luoghi dove si svolge attività sportiva); divieto di utilizzo di biomassa legnosa per il riscaldamento qualora l’impianto abbia classe inferiore a 4 stelle; divieto di spandimento di liquami zootecnici.

Per Faenza, si aggiungono ulteriori limitazioni specifiche quali: l’ampliamento della limitazione della circolazione dalle 8.30 alle 18:30 a tutti i veicoli diesel euro 4; il divieto di sosta con motore acceso e il divieto assoluto di combustione all’aperto.

Tutte le misure emergenziali restano in vigore fino al primo giorno di aggiornamento del bollettino di ARPAE e sono prorogate se i livelli rimangono superiori alla soglia.

Il PAIR prevede misure emergenziali da attuare a seguito delle verifiche effettuate da ARPAE. Nel caso in cui il bollettino emesso da Arpae dovesse rilevare il superamento continuativo dei limiti di PM10 per 3 giorni consecutivi, scattano le misure emergenziali dal giorno successivo al bollettino emesso da ARPAE nelle giornate di lunedì e giovedì.

Per saperne di più, visita il sito della Regione.