Raccolta rifiuti porta a porta

Le proteste dei singoli cittadini si affiancano alla raccolta firme lanciata da gruppi organizzati. La lettera della lughese Simona Strocchi all’assessora di Lugo, Maria Pia Galletti

Il sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta, introdotto nei comuni dell’Unione della Bassa Romagna, continua a far discutere.  Alla raccolta firme organizzata dal gruppo “Differenziata si, disagi no” si stanno affiancando le proteste di singoli cittadini che, all’amministrazione, chiedono spiegazioni. E’ il caso della lughese Simona Strocchi che ha deciso di rivolgersi all’assessora all’ambiente Maria Pia Galletti e, per conoscenza, ai sindaci di Lugo, Davide Ranalli, e Conselice, Paola Pula.

Le esigenze di chi possiede animali

“La presente – esordisce – per chiedere, ammesso che possa essere esplicitato il motivo ad una semplice cittadina, quale è la ratio secondo la quale a Lugo e nei comuni limitrofi ( forse solo quelli appartenenti all’Unione della Bassa Romagna?) sono stati eliminati in toto gli appositi cassonetti per il conferimento dell’immondizia indifferenziata poichè, come citato dal provvidenziale depliant/app “IL RIFIUTOLOGO” in tale categoria vengono inserite le Lettiere dei gatti ( o altri animali domestici) che per chi, come me, ne ha più di uno risulta complesso inserirlo (una volta a settimana) nel piccolo WC (scusi il paragone ma direi che è veritiero dato il raffinato design del prodotto) che ci è stato consegnato per la raccolta porta a porta. Personalmente – prosegue –  non riesco a metterci nemmeno gli scarti di 2 giorni…non saprei dove conferire l’esubero se non recandomi di persona presso gli appositi cassonetti che, in alcuni comuni  limitrofi a Lugo, sono ancora presenti ma purtroppo a Lugo si sono ESTINTI”.

Le richieste avanzate ad Hera e all’amministrazione

“Ora – continua la lettera –  esplicitato il motivo della mia richiesta, che è condiviso da altre persone che posseggono animali, Le assicuro che non è un problema da poco specie con l’arrivo del caldo estivo ma forse è stato sottovalutato da chi non possiede gatti!?!?! Ovviamente prima di disturbarLa, seppure abbia sempre avuto la curiosità di capire la ragione dell’improvvisa scomparsa dei cassonetti, ho cercato di ottenere un contenitore di maggiore capienza da HERA ma mi è stato detto che io posso chiedere ma loro possono anche non soddisfare questa richiesta…mi pare giusto “HERA impone et HERA dispone” . Ora – conclude – vista la grande quantità di sacchi del pattume abbandonati nei fossi, infilati a forza nei piccoli cestini per rifiuti disseminati per Lugo e/o ammonticchiati a piramide a mo’ di monumento dove una volta era presente il cassonetto dell’indifferenziata…Le chiedo: le pare una buona soluzione questa “eliminazione del cassonetto” per la città di Lugo?!?! Grazie per la sua attenzione e attendo una risposta”. Firmato Simona Strocchi