Il coniglietto bianco ritrovato e poi deceduto

Catturato quattro giorni fa, non è sopravvissuto al trauma del cambiamento. L’Enpa: “se si decide di adottare un animale occorre sapere che si è responsabili del suo benessere per tutta la sua vita”.

Parlare di conigli bianchi fa tornare in mente la favola di “Alice nel paese delle meraviglie”. Ma questa storia non ha nulla a che fare con il personaggio inventato da Lewis Carroll nel 1862. Questo è il caso di un abbandono, uno dei tanti, finito male.

Il ritrovamento

Una manciata di giorni fa, i volontari dell’Enpa di Lugo che ogni giorno si prendono cura degli animali del Parco Pertini di Cotignola, hanno visto la presenza di un nuovo coniglietto, tutto bianco con gli occhi azzurri, mansueto al punto da farsi prendere, senza troppi sforzi, da una delle signore che frequenta lo spazio verde.

Il trauma dell’abbandono

I volontari lo hanno messo subito in sicurezza, inserendolo nello spazio protetto di una voliera. Quella e le altre notti trascorse fuori dalle mura di casa sono bastate a mettere la parola fine alla sua breve vita. “Il mattino dopo – raccontano i volontari – abbiamo trovato il coniglietto morto. Il trauma ed il disagio subito nel cambio di ambiente, dalla casa all’addiaccio, e di alimentazione è stato troppo forte. Il coniglietto era di casa, si vedeva, soprattutto perché si è fatto prendere con facilità”.

L’appello di Enpa

Un paio di giorni fa, altri coniglietti piccoli sono stati abbandonati al Parco. “Questo è il meccanismo degli abbandoni – spiegano da Enpa. “Non si possono abbandonare animali abituati in casa per metterli in condizioni a cui non sono abituati. Se si decide di adottare un animale occorre sapere che si è responsabili del suo benessere per tutta la sua vita. Speriamo di poter trovare elementi utili alle indagini nelle telecamere in zona”.