Un momento della messa a dimora nella materna Panda di Faenza

Otto gli alberi messi a dimora nei giardini dei due plessi scolastici di Faenza e Brisighella

La Festa degli alberi è una ricorrenza celebrata nel nostro Paese da oltre un secolo per creare una coscienza ambientalista anche nelle generazioni future. È una delle poche occasioni che porta intere generazioni a riflettere sul tema ambientale e a compiere un’azione concreta per la difesa, l’incremento e la valorizzazione della funzione essenziale del patrimonio arboreo e boschivo.

A Faenza, in occasione della Festa, il Servizio ambiente e giardini dell’Unione della Romagna faentina, hanno collaborato ai progetti dell’Istituto comprensivo Europa, nella scuola materne Panda e dell’Istituto Comprensivo Pazzi di Brisighella per la sede distaccata del plesso appena inaugurato di Marzeno che ospita la scuola materna e le elementari.

Nel giardino della materna ‘Panda’ gli operatori del Servizio Giardini dell’Unione, con l’aiuto dei bambini, hanno messo a dimora due esemplari di gelso (Morus alba) mentre a Marzeno, nel giardino prima di accedere all’edificio sono state piantumate sei alberature.

Alle iniziative hanno preso parte, tra gli altri, gli assessori Massimo Bosi e Luca Ortolani del Comune di faenza, il sindaco di Brisighella, Massimiliano Pederzoli, la dirigente dell’istituto comprensivo Pazzi, Nicoletta Paterni, il personale dei Carabinieri Forestale di Brisighella e Marco Valtieri, responsabile del Servizio ambiente e giardini dell’Unione della Romagna faentina.