L’intervento è previsto nelle località di Lido Adriano, Lido di Dante, Lido di Savio e Punta Marina per un valore di 500 mila euro

E’ stato approvato dalla giunta, dopo una recente ricognizione sui 37 chilometri di costa ravennate, il progetto di realizzazione dell’argine invernale provvisorio in sabbia che si rende necessario per la protezione del territorio a causa delle mareggiate e dei fenomeni erosivi.

L’intervento è previsto nelle località di Lido Adriano, Lido di Dante, Lido di Savio e Punta Marina per un valore di 500 mila euro.

“Rimettere ogni anno in sicurezza il litorale – afferma l’assessora a Subsidenza e servizi geologici, Federica Del Conte – è un impegno costante soprattutto in considerazione degli eventi atmosferici eccezionali divenuti sempre più frequenti e aggressivi. Sulla difesa della costa investiamo risorse da anni, cercando di contrastare gli effetti e le conseguenze provocati dai cambiamenti climatici”.

Si tratterà pertanto di lavori finalizzati alla realizzazione di un argine in sabbia, in accordo con la Regione Emilia-Romagna, sia a protezione dal rischio potenziale di ingressione marina delle aree costiere abitate, sia per la messa in sicurezza delle stesse; la soluzione progettuale consente di provvedere direttamente anche al ripascimento poiché la demolizione della “duna invernale” e la sistemazione in sito della sabbia durante la primavera contribuiranno al ripascimento dei singoli siti. I lavori inizieranno in autunno.