Raffaele Borgini, titolare Smart Domotics
Raffaele Borgini, titolare Smart Domotics

La società romagnola idea, produce e commercializza soluzioni hardware e software per efficienza energetica, edifici intelligenti, comunità energetiche, industria 5.0

Transizione digitale ed energetica per gli edifici di ogni tipologia, dagli appartamenti alle industrie, per migliorarne la vivibilità, il comfort, ridurne i consumi energetici, integrarli in progetti di città intelligenti.
Un tema di grande attualità al quale anche CDP Venture Capital, con la sua Rete Nazionale Acceleratori dedicata proprio alle eccellenze nella innovazione, dedica sua attenzione.
In particolare, è HabiSmart il programma triennale, lanciato nel 2023, che è rivolto alle imprese più innovative nel settore del proptech e dell’edilizia sostenibile, che seleziona le imprese innovative con le migliori tecnologie per questo settore; un’iniziativa di CDP Venture Capital, insieme a Digital Magics, acceleratore di startup quotato su Euronext Growth Milan, e MassChallenge Switzerland. Promotori del progetto sono Ariston Group, NovaCapital, COIMA, mentre aderiscono come corporate partner a supporto dell’iniziativa Planet Smart City, Reale Group, Gabetti Lab e Costim.
Le imprese che sono state selezionate in questo secondo round (il primo nel 2022) usufruiscono di programma di accelerazione fornito da esperti, imprenditori e manager di eccellenza, conclusosi il 15 febbraio, con la presentazione a Milano davanti ad una platea selezionata di esperti ed investitori. Usufruiscono inoltre dell’accesso al network dei partner per la loro crescita; e soprattutto di un primo investimento di oltre 140.000 euro, e un ulteriore investimento (“follow-on”) fino a 415.000 euro per le società selezionate.

Quest’anno tra le società innovative scelte è presente la romagnola Smart Domotics, che idea, produce (in Italia) e commercializza soluzioni hardware e software per efficienza energetica, edifici intelligenti, comunità energetiche, industria 5.0.

Il titolare della società, Raffaele Borgini, si dice particolarmente soddisfatto di questo importante passo: “Abbiamo davanti grandi opportunità, che intendiamo concretizzare al meglio grazie alla nostra tecnologia proprietaria per il monitoraggio dei consumi energetici, e per la trasformazione dei dati in concreto valore economico ed informazione per la gestione del sito, dell’edificio, del processo”.

“Veniamo da anni di crescita, crescita che ci hanno permesso di divenire una società solida e senza debito. Adesso, grazie all’aiuto dei partner, siamo nella posizione migliore per sfruttare il grande sviluppo dei mercati nei quali operiamo. Abbiamo progettato, prodotto e messo sul mercato soluzioni dedicate a Industry 5.0 e alle Comunità Energetiche; soluzioni che permettono agli edifici un risparmio energetico certificato a norma di legge, come suggerito dalle nuove normative sulle performance energetiche degli edifici; soluzioni che consentono a split o pompe di calore di interfacciarsi con la smart grid, secondo la nuova normativa TIDE 2025; proposte per incrementare l’intelligenza degli edifici e farli partecipare a progetti di smart cities. E soprattutto soluzioni che servono alle imprese per il loro bilancio secondo i criteri ESG e di sostenibilità. Time is now, è davvero il pensiero che accompagna questo nostro momento e il momento dei segmenti in cui operiamo”.