In casa Cassani, la consegna dell’opera.

Da parte del pittore ravennate Giovanni Cassani

Omaggio del pittore ravennate Giovanni Cassani a Ivan Simonini per i suoi studi danteschi (in occasione della seconda edizione del libro I mosaici ravennati nella Divina Commedia. Dagli ultimi Canti del Paradiso ai primi dell’Inferno in 111 visioni).

Nel dipinto (acrilico su tavola, cm 54×74, dicembre 2020) è evidente l’approccio dell’artista, affettuoso e a un tempo ironico: Simonini è in veste di senatore romano in figura di Virgilio con Dante accanto, ma il personaggio principale dell’opera è Satana in persona che li caccia senz’altro entrambi, come indesiderati, dal nobile luogo dell’Inferno. Sia Dante sia il Simonini-Virgilio, dichiarati così dal Demonio indegni persino del peggior supplizio infernale, cercano di darsi un tono facendo finta di niente. O forse in realtà tutti e due pensano: “L’abbiamo scampata bella!”