interno di Villa Ferniani

Sabato 16 ottobre, due turni di visita alle ore 14,50 e 15.50 riservati ai soci della Pro Loco

Sarà Villa Ferniani con la sua straordinaria raccolta delle omonime ceramiche la meta della prossima visita guidata Pro Loco Faenza, nel pomeriggio di sabato 16 ottobre.

Isolata nel verde fra la Cartiera ed Errano, Villa Ferniani (detta anche “Le Case Grandi”) venne acquistata nel XVII secolo dalla nobile casata cui tuttora appartiene; le origini dell’edificio però sono più antiche di almeno due secoli e peraltro il primo insediamento, come recita la lapide in facciata, risale addirittura all’età romana.

Nell’Ottocento la villa fu dotata di un doppio oratorio esterno con funzioni anche di cappella gentilizia, cioè di mausoleo per la sepoltura dei proprietari. Nel contempo fu realizzato il meraviglioso parco circostante, con tigli, querce e anche conifere esotiche come le sequoie. Il prospetto che fa da fondale alla villa è caratterizzato da strutture funzionali di servizio (ghiacciaia, scuderie, legnaia, limonaia, fontane, verande) realizzate “alla rustica”, cioè con ciottoli di fiume assemblati secondo le diverse pezzature, rievocando la moda delle ville rinascimentali medicee.

Ma è l’interno a riservare le più importanti sorprese: in quattro stanze decorate è racchiuso il museo-campionario della manifattura Ferniani, attiva per due secoli esatti tra fine ’600 e fine ’800, e che vide fra i suoi collaboratori anche artisti di primissimo ordine come Filippo Comerio o i Ballanti-Graziani. I conti Ferniani introdussero nella maiolica di Faenza motivi nuovi e che ebbero un eccezionale successo: basta ricordare il “garofano”, decoro estremo-orientale rientrante fra le “cineserie” ma reinterpretato dai ceramisti faentini e tuttora replicato.

La visita sarà condotta da Serena Ferniani, che custodisce amorevolmente questa preziosa collezione. Saranno visibili anche i grandi bassorilievi neo-robbiani, biancazzurri, di produzione ottocentesca e alcuni capolavori come lo strepitoso trumeau interamente in ceramica, cassetti compresi.

Ritrovo a Villa Ferniani, in Via Firenze – doppio turno di visita alle ore 14.50 e alle ore 15.50.

Questa visita è riservata ai soci Pro Loco Faenza.

Prenotazione obbligatoria, posti limitati, uso della mascherina, comportamenti adeguati alle normative di emergenza sanitaria, green pass per accedere al museo.

Per informazioni e prenotazioni:

PRO LOCO FAENZA Voltone Molinella 2  – tel. 0546 25231

[email protected]  – www.prolocofaenza.it