Concorso di grafica per le Accademie di belle arti con il contributo dalla Banca di Credito Cooperativo ravennate, forlivese e imolese

Nel terzo anniversario della scomparsa della docente Ilaria Ciardi, l’Accademia di belle arti di Ravenna ha indetto un premio di grafica a lei dedicato e rivolto a tutti gli studenti correntemente iscritti presso le Accademie di belle arti italiane.

Al premio hanno partecipato ben 90 studenti provenienti da tutta Italia, dall’Accademia di Brera, a quella di Palermo, da Napoli a Venezia, da Torino, Catanzaro, Catania: tutte le Accademie hanno aderito con entusiasmo e commozione a questo evento che ribadisce la storicità e l’importanza delle tecniche grafiche. Alla passione per il disegno e alla dedizione per le tecniche incisorie la docente Ilaria Ciardi aveva dedicato la sua vita, partecipando attivamente con il suo operato alla diffusione di questo linguaggio artistico nelle accademie e nei principali centri culturali italiani.

Sono state selezionate 35 opere finaliste che verranno esposte presso la Galleria Michele Tosi dell’Accademia di belle arti di Ravenna dal 6 al 31 maggio 2022.

La mostra sarà inaugurata venerdì 6 maggio alle 12; in tale occasione verrà premiata l’opera vincitrice e assegnato all’artista il premio del valore di 500 euro, finanziato dalla Banca di Credito Cooperativo ravennate, forlivese e imolese. Alla cerimonia sarà presente la rappresentanza del Comune di Ravenna e la famiglia della compianta Ilaria Ciardi.

La mostra è visitabile, nel rispetto delle vigenti normative per il contenimento della pandemia da covid-19, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17 e il sabato dalle 10 alle 12 previo appuntamento telefonico al numero 0544 453125.

Ilaria Ciardi, nata a Firenze nel 1968, si diploma in pittura all’Accademia di belle arti di Firenze e frequenta per due anni la scuola internazionale di grafica d’arte “Il Bisonte” a Firenze. Per dieci anni è operativa in un laboratorio di legatoria, dove tiene corsi di carta decorata a mano, legatoria e oggettistica. Per due anni tiene, poi, corsi di calcografia e disegno per l’incisione presso il Circolo S. Erardo di Bressanone (BZ). Dal 1992 insegna tecniche dell’incisione nelle accademie di Palermo, Bari, Venezia e Bologna. Dall’anno accademico 2008/2009 all’anno accademico 2018/2019 è docente di tecniche dell’incisione calcografica all’Accademia di belle arti di Ravenna. Operando nell’ambito dell’incisione, del disegno e della scultura in terracotta, ha realizzato nel tempo cicli di mostre personali e collettive attraverso le quali la sua opera si caratterizza per una spiccata tendenza ad un’immagine surreale e metafisica.