I volontari dei Fai di Lugo organizzatori degli eventi

Le immagini degli affreschi di 60 palazzi contenuti nel libro “Muri dipinti a Lugo”. Il volume presentato e disponibile nelle Giornate d’autunno organizzate nel weekend da Fai, Fondo Ambientale Italiano.

Una “due giorni” dedicata ai tesori nascosti di Lugo. E’ quanto propone la sezione locale del Fai, Fondo Ambientale Italiano – che, per l’iniziativa “Giornate d’autunno” propone per sabato 15 e domenica 16 ottobre un viaggio fra alcuni dei palazzi più belli della città dal punto di vista artistico e il Teatro Rossini.

215 immagini per il libro “Muri dipinti a Lugo”

Clou della manifestazione sarà la disponibilità del libro “Muri dipinti a Lugo” che contiene le immagini dei dipinti che corredano 60 palazzi affrescati. Il volume è stato realizzato nel corso degli ultimi 8 anni grazie alla disponibilità dei volontari che hanno seguito il progetto capeggiati dall’appassionato di memorie lughesi, Giovanni Baldini. “Questo libro – ha commentato l’assessore alla cultura, Anna Giulia Gallegati – rappresenta un gesto d’amore nei confronti delle generazioni future e della città”.

Le fasi dell’opera

Tre sono state le fasi attraverso cui l’opera si è sviluppata. “Prima c’è stata la mappatura – spiega Baldini – poi i contatti per realizzare le foto e quindi la revisione. Su 60 edifici identificati solo in un paio non siamo riusciti ad accedere. In generale però la disponibilità delle proprietà è stata davvero preziosa e importante”.  Su 4000 foto scattate dal fotografo Diego Bracci, che ha già realizzato un archivio simile anche per il comune di Bagnacavallo, ne sono state selezionate 300 di cui 215 inserite nella pubblicazione che sarà per, entrambe le giornate, disponibile all’acquisto.

Il programma delle due giornate

Le visite organizzate dal gruppo Fai di Lugo, guidato da Efrem Bardelli, avranno come protagonista della giornata di sabato, il teatro Rossini che sarà raccontato dagli apprendisti ciceroni del liceo di Lugo e dai giovani volontari del Fai dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 17,30. Il viaggio all’interno del Rossini sarà arricchito dalle ultime scoperte che hanno riportato alla luce durante i recenti interventi di adeguamento sismico e restauro dei dipinti risalenti presumibilmente al 1700 posizionati nei palchi di destra del primo ordine. Sempre nel pomeriggio di sabato e per tutta la domenica, negli orari già  citati, sarà possibile visitare due dei palazzi inseriti nell’opera “Muri dipinti a Lugo”, la sede del Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale di Piazza Savonarola ed il palazzo Cantua-Cavallini di Corso Garibaldi di proprietà della signora Leda Evangelisti. “Siamo grati alla signora Evangelisti per la disponibilità offerta – ha commentato il presidente Bardelli. “Le visite saranno organizzate in piccoli gruppi di una decina di persone, ogni mezz’ora per evitare una affluenza eccessiva e permettere a tutti di poter visitare gli edifici. Per questo – conclude – è necessaria la prenotazione sul sito del Fai”.