L'artista, Luciano Cazzanti, al lavoro nel suo laboratorio

“I colori condizionano gli stati d’animo – spiega. “Dopo anni di lavoro, l’esigenza di coniugare le mie due anime, quella di imbianchino e quella di pittore”.

I colori, i sogni, la famiglia, la necessità di esprimere il lato artistico della sua personalità poliedrica. Il bagnacavallese Luciano Cazzanti, classe 1936, ha deciso di esporre, per la prima volta, le opere realizzate nelle varie fasi della sua vita. Pitture, bassorilievi, eseguite con l’impiego di vari materiali utilizzati per legare alle tele anche immagini fotografiche e pensieri.

Il percorso espositivo “Vivere col colore”, organizzato a Bagnacavallo ha l’obiettivo di presentare le evoluzioni dell’artista Luciano Cazzanti dagli esordi fino alle ultime produzioni, in cui emerge prepotente la forza del colore, quale esempio motivazionale anche per le nuove generazioni.

La storia dell’autore

Cazzanti proviene da un passato da imbianchino mediato dalla passione per l’arte. Una contaminazione che lo porta gradualmente ad applicare l’amore per i colori alla personalizzazione degli interni. “Nella mia idea di creatività – spiega l’autore – quei due percorsi paralleli di imbianchino e di pittore stavano un po’ stretti. La ricerca di una sinergia fra le due esperienze mi ha condotto verso una nuova dimensione, quella decorativa”. E’ a quel punto che “interni, spazi abitativi o professionali, di rappresentanza o altro diventano nuove tele, fogli e pannelli su cui trasferire – spiega – i miei lavori”.

Il passaggio alle opere, realizzate su tela o su carta nel laboratorio allestito presso la sua abitazione, è conseguente. “Fra quelli che io chiamo ‘i miei lavori’ ci sono quadri e bassorilievi realizzati con vari materiali, oltre a disegni a carboncino ed altri elementi decorativi. Opere che spaziano dal figurativo all’informale – sottolinea – e spesso molto caratterizzate sul piano cromatico, perché comunque l’elemento colore, che condiziona a volte anche lo stato d’animo, resta quel tela conduttore dal quale non posso prescindere”.

Il percorso di “Vivere col Colore” offrirà al pubblico una selezione delle opere realizzate per “inseguire ciò a cui aspiriamo e – conclude Cazzanti – per cercare di tradurre il sogno in realtà”.

Le informazioni della mostra

Da sabato 5 novembre, le opere di Luciano Cazzanti saranno esposte nella saletta della Pro Loco di Bagnacavallo in via Mazzini 55. Al taglio del nastro, previsto per le 16,30 del 5 novembre, seguirà un momento di incontro con l’autore alla presenza dell’Assessora alla Cultura, Turismo e Promozione del Territorio del Comune di Bagnacavallo, Monica Poletti e del fotografo Giampaolo Ossani che ha collaborato a vario titolo al progetto.

La mostra, realizzata con il Patrocinio del Comune di Bagnacavallo, resterà aperta fino a sabato 12 novembre, tutti i giorni, dalle ore 16,30 alle 19.30.