“Anima. (carte e disegni)”, la personale di Enrico Lombardi

Il finissage, preso lo spazio espositivo Pallavicini22, si aprirà alla presenza dell’assessore alla Cultura Sbaraglia, per proseguire con una visita guidata a cura dello stesso artista

Sabato 18 marzo 2023 presso lo spazio espositivo Pallavicini22 Art Gallery in Viale Giorgio Pallavicini 22 a Ravenna, si conclude la personale di Enrico Lombardi “Anima. (carte e disegni)” a cura di Roberto Pagnani, aperta al pubblico dalle 16:00 alle 19:00.

Il finissage si aprirà alle ore 16:00 alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Ravenna, Fabio Sbaraglia, per proseguire con una visita guidata alla mostra a cura dello stesso artista, prevista iniziare alle ore 17:30.

La mostra, promossa e organizzata da CARP Associazione di Promozione Sociale in collaborazione con lo Spazio Espositivo PALLAVICINI 22 Art Gallery econ l’ Archivio Collezione Ghigi-Pagnani, è patrocinata dall’ Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, dal Comune di Ravenna Assessorato alla Cultura, dall’ Accademia di Belle Arti di Ravenna e dall’ Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale.

La mostra

La mostra sull’opera di Enrico Lombardi, con testi critici di Roberto Pagnani a catalogo, consiste in una serie di disegni a penna in bianco e nero e lavori su carta incollata su legno. Riferendosi a questa mostra, l’artista così si esprime: “… I disegni contengono tutto il processo di riflessione formale che sta alla base delle mie immagini, insieme a tutta la loro ruminazione visionaria. In essi è già deciso quasi tutto di quella che sarà l’opera su tela: composizione, costruzione, luce e ombra. … In questa mostra, accanto ad essi, verranno esposti i miei lavori su carta (incollata su legno). Questi lavori, eseguiti con una tecnica fresca, segnica, dinamica – al contrario di quella meticolosa e segreta che produce la stasi monumentale dei miei quadri su tela – rientrano anch’essi nella categoria “anima”: un’anima “postuma”, potremmo definirla, e non “originaria”, in quanto non vengono mai al principio, ma dopo, alla fine. … ”

L’artista

Enrico Lombardi, pittore e scrittore, nasce a Meldola (Forlì) nel 1958. Dopo aver frequentato l’Accademia di Belle Arti di Bologna, da oltre quarant’anni svolge un’intensa attività espositiva in Italia e all’estero, accompagnata da un’ininterrotta riflessione sullo statuto dell’immagine, consegnata ai suoi “Quaderni”. Tra i suoi impegni espositivi più recenti si segnalano la partecipazione alla 54esima Esposizione d’Arte Internazionale della Biennale di Venezia, nel 2011, (Corderie dell’Arsenale di Venezia) nominato dal filosofo Carlo Sini; nella primavera del 2013, la doppia Antologica, “Inattuali”, con l’amico Giorgio Tonelli al Museo della Città di Rimini ; l’allestimento della mostra personale “Esercizi Spirituali” negli spazi del Museo di Lugo-Ravenna (2014) e nel Museo Casa Ariosto di Ferrara (2015); la grande personale “Acheropita” nelle sale del Museo di Bagnacavallo (RA) nel 2018. Dal 2020 inizia una collaborazione in esclusiva con la Galleria Piero della Francesca di Arezzo. Nell’estate del 2022 e durante l’inverno 2022/23 partecipa alla mostra “Sogno o son desto?”, ai Magazzini del Sale di Cervia e al Museo Rimoldi di Cortina D’Ampezzo, curata da Claudio Spadoni e, durante l’autunno, alla rassegna sulla Natura morta in Romagna organizzata da Franco Bertoni al Museo Ugonia di Brisighella e alla mostra “Arte, tra presenza e altrove”, curata da Marco Di Capua nel Centro Culturale Le Muse di Andria (BT). Sempre nell’autunno 2022 allestisce “Time lines”, un’importante antologica delle opere degli ultimi anni negli spazi prestigiosi del Museo Magi 900 di Pieve di Cento (BO), presentata dall’amico filosofo Rocco Ronchi e dal Curatore scientifico del Museo Valeria Tassinari. La primavera del 2023 lo vede impegnato nell’allestimento della personale “Anima. (carte e disegni)” nella Galleria Pallavicini 22 di Ravenna e nella curatela della collettiva “Apparizioni” nella Galleria Michelacci di Meldola (FC). Le numerose e qualificate pubblicazioni in collaborazione con critici, filosofi e scrittori tra i maggiori del nostro paese e la partecipazione a grandi rassegne nazionali sanciscono la qualità e la continuità della sua presenza sulla scena della nuova pittura italiana.

www.lombardienrico.it