Terza edizione per il premio istituito dall’Accademia di belle arti di Ravenna per ricordare la docente scomparsa

Nel quarto anniversario della scomparsa di Ilaria Ciardi, docente dell’accademia di belle arti di Ravenna, come illustrato in una nota, l’istituto vuole continuare il suo impegno per ricordare la sua insegnante. Il premio di grafica, intitolato proprio “Ilaria Ciardi” e dedicato a lei, è giunto alla sua terza edizione ed è rivolto a tutti gli studenti correntemente iscritti alle accademie di belle arti italiane.

Quest’anno, prosegue la nota, l’evento ha visto la partecipazione di oltre cento studenti provenienti da tutta Italia, dall’accademia di Brera, a quella di Palermo, dall’accademia di Napoli a quella di Venezia, dall’accademia di Torino a quella di Catanzaro, fino ad arrivare all’accademia di Catania. Tutti gli istituti hanno aderito a questa iniziativa, che ribadisce la storicità e l’importanza delle tecniche grafiche, con entusiasmo e con commozione.

Alla passione per il disegno e alla dedizione per le tecniche incisorie, Ilaria Ciardi, continua la nota, aveva dedicato la sua vita, partecipando, attivamente, col suo operato alla diffusione di questo linguaggio artistico sia nelle accademie che nei principali centri culturali italiani.

Tra le numerose opere pervenute, aggiunge la nota, ne sono state selezionate trenta finaliste, che verranno esposte in una mostra, visitabile dalla giornata di domani, sabato 6 maggio, a mercoledì 31 maggio, nel polo delle arti di Ravenna. L’esposizione, aperta al pubblico dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 19, sarà, quindi, inaugurata nella giornata di domani, sabato 6 maggio, appunto nel polo della arti della città bizantina, alle 11, e, in questa occasione, verrà sia premiata l’opera vincitrice, sia assegnato all’artista che trionfa un premio del valore di 500€, finanziato dalla Banca di credito cooperativo ravennate, forlivese e imolese. Alla cerimonia, oltre alla famiglia della compianta Ilaria Ciardi, sarà presente la rappresentanza del Comune di Ravenna.

Infine, conclude la nota, una breve biografia di Ilaria Ciardi, la docente dell’accademia di belle arti di Ravenna scomparsa quattro anni fa e a cui è dedicata l’iniziativa:

  • Ilaria Ciardi, nata, nel 1968, a Firenze, si è diploma in pittura all’accademia di belle arti di Firenze e ha frequentato, per due anni, la scuola internazionale di grafica d’arte “Il bisonte” di Firenze. Per dieci anni, poi, è stata operativa in un laboratorio di legatoria, dove ha tenuto corsi di carta decorata a mano, di legatoria e di oggettistica. Per due anni, in seguito, al circolo “Sant’Erardo” di Bressanone, città in provincia di Bolzano, ha tenuto corsi di calcografia e di disegno per l’incisione. Dal 1992, invece, ha insegnato tecniche dell’incisione nelle accademie di Palermo, di Bari, di Venezia e di Bologna. Dall’anno accademico 2008/2009 all’anno accademico 2018/2019, all’accademia delle belle arti di Ravenna, ha ricoperto il ruolo di docente di tecniche dell’incisione calcografica. Operando nell’ambito dell’incisione, del disegno e della scultura in terracotta, ha realizzato, nel tempo, cicli di mostre personali e collettive attraverso le quali la sua opera si caratterizza per una spiccata tendenza ad un’immagine surreale e metafisica