Intanto a Palazzo Guiccioli fervono i lavori per l’inaugurazione del Museo dedicato al grande poeta inglese

Cresce l’attesa per l’arrivo di Lord Byron a Ravenna: mentre a Palazzo Guiccioli fervono i lavori per l’inaugurazione del Museo dedicato al grande poeta inglese, un progetto voluto e finanziato con un intervento importante dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna in occasione dell’anniversario dei 200 anni dalla sua morte, gli studenti del liceo-artistico Nervi-Severini hanno dedicato la mattinata odierna ad approfondire l’opera di Byron, alla presenza del Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna Ing. Ernesto Giuseppe Alfieri.

La lezione è stata tenuta da Diego Saglia, professore ordinario di letteratura inglese presso l’Università degli studi di Parma, esperto di Romanticismo britannico e membro del Comitato scientifico del Museo Lord Byron di Ravenna: al centro della lezione poesie, lettere e diari del periodo ravennate del poeta, in cui oltre all’attività letteraria si impegnò particolarmente per liberare l’Italia dagli oppressori.

Pur a due secoli di distanza e pur avvolto in un’epoca speciale e irripetibile come quella del Romanticismo inglese, l’opera di Byron è ancora oggi estremamente attuale e viva, come dimostra l’apprezzamento del pubblico più esigente, quello dei giovani che tra mille diverse attrazioni, hanno per Byron una attenzione e una vocazione particolare, testimoniata anche dalla giornata di oggi.