Si terrà sabato 27 gennaio alle 16 alla Scuola arti e mestieri

Sabato 27 gennaio alle 16 alla Scuola arti e mestieri di Cotignola ci sarà un laboratorio con lo scultore Matteo Lucca dal titolo «Azzimo 41».

Nel corso del laboratorio verranno realizzati collettivamente i calchi in gesso del palmo delle proprie mani, che successivamente saranno tradotti in pane azzimo.

Azzimo 41 è il titolo del progetto con il quale il museo civico Luigi Varoli ha vinto l’avviso pubblico «Pac 2022-2023 – Piano per l’arte contemporanea», promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura. Focus del progetto è l’acquisizione di un’installazione composta da quarantuno sculture dell’artista Matteo Lucca, frutto di un laboratorio svolto a Cotignola nel 2019 e dedicate alla rete di solidarietà della comunità cotignolese che durante la Seconda guerra mondiale permise il salvataggio di 41 ebrei.

In previsione dell’inaugurazione dell’installazione nella rinnovata Casa Varoli (la data è ancora da definire) e in occasione della ricorrenza del Giorno della memoria, il nuovo laboratorio con Matteo Lucca permetterà di rivivere l’esperienza della creazione delle mani di pane, in un gesto artistico, solidale e di memoria condivisa.

Il laboratoriodurerà circa un’ora e mezza, è gratuito e aperto a tutti con prenotazione obbligatoria all’indirizzo postaselvatica@gmail.com, telefono 0545 908812 (posti limitati).

Per chi lo desidera, è possibile partecipare anche alla fase di impasto del pane azzimo e cottura delle mani di pane, che avverrà al termine del laboratorio fino 20.30.