Anche la Capitaneria di Porto e i Vigili del Fuoco di Ravenna sono intervenuti nelle operazioni di ricerca di un 14enne, poi purtroppo ritrovato senza vita, scomparso dopo essere entrato in acqua a Lido degli Scacchi. L’allarme è scattato ieri alle 14,15, nella sala operativa della Guardia Costiera di Porto Garibaldi.

Il ragazzo, F.B. residente a Copparo (Ferrara), si trovava con due coetanei e la madre di uno di loro in gita con il camper sui lidi.

In mattinata intorno alle ore 13,30 avevano deciso di fare una passeggiata sulla spiaggia e poi due di loro di fare il bagno e di raggiungere per gioco gli scogli. Una decisione estemporanea, spiega la Capitaneria, visto che non avevano neanche il costume da bagno con loro.

Mentre rientravano a riva uno dei due ragazzi ha iniziato a mostrare segni di difficoltà, agitando le braccia e inabissandosi velocemente.

Sono stati chiesti immediatamente i soccorsi da parte del ragazzo che si trovava a terra.

E’ giunta in zona nell’immediatezza il gommone della Guardia Costiera di Porto Garibaldi oltre alla Motovedetta SAR CP 847 della Guardia Costiera di Ravenna e si si sono uniti ai soccorsi anche la Motovedetta dei Carabinieri della Compagnia di Comacchio mentre giungevano in zona gli elicotteri dei VVFF di Bologna e dei Carabinieri di Forlì.

Ricerche subacquee da parte dei sommozzatori dei VVFF di Ravenna imbarcati sul gommone della Guardia Costiera. Le operazioni, rese difficili dalla scarsa visibilità dell’acqua, sono terminate alle  16,30 circa con il rinvenimento del cadavere del ragazzo non lontano da dove era scomparso.

La tragedia si è consumata in una giornata caratterizzata da condizioni meteo marine complessivamente favorevoli con mare calmo e vento debole e in bassi fondali.

Sono ancora in corso le indagini finalizzate alla ricostruzione degli eventi: sono state ascoltate al Comando della Guardia Costiera di Porto Garibaldi tutte le persone coinvolte nei fatti.