Tre gli spettacoli in cartellone

Pronta a partire la rassegna di Teatro Scuola per gli studenti del Comune di Fusignano,  organizzata da Accademia Perduta/Romagna Teatri. Tre gli spettacoli in cartellone che andranno in scena nei mesi di febbraio e marzo 2012 e che verranno rappresentati presso il Teatro Moderno

La rassegna sarà inaugurata da una delle più importanti e longeve produzioni di Accademia Perduta: Pollicino, uno spettacolo di Marcello Chiarenza interpretato da Claudio Casadio, vincitore di numerosi premi e ospitato presso importantissime vetrine internazionali come il Festival dei 2Mondi di Spoleto. Tratto dalla fiaba dei fratelli Grimm, uno spettacolo sulla sconfitta della paura. Pollicino è piccolo, ma la sua paura, grande, non lo annichilisce. Ciò che, al contrario, lo rende vincitore di fronte alle avversità della vita è la curiosità ed il suo coraggioso desiderio di conoscere la realtà, anche nei suoi aspetti più crudeli. Claudio Casadio vive e racconta, al tempo stesso, la vicenda di questo piccolo eroe, evocandola e rapportandosi al pubblico. La sua narrazione è ironica, a tratti di stile popolaresco. Con pochi oggetti in scena, stupefacenti nei modi impensabili in cui vengono utilizzati, Pollicino vi porterà con sé in un mondo magico e onirico, dove con un po’ di coraggio, anche i più piccoli possono superare  ogni ostacolo. E così diventare un po’ più grandi… (giovedì 23 febbraio alle ore 9.30).
Per gli alunni delle Scuole Medie Inferiori andrà poi in scena Branco di scuola, una semplice storia di bullismo della compagnia Nonsoloteatro. È la storia di un fratello e una sorella che, in maniera diversa, sono stretti nella morsa del bullismo reale e discriminante, che vede nel più debole una preda da aggredire, un bullismo costante e latente e, a volte, apparentemente innocuo ma psicologicamente devastante. Il racconto, come indica il sottotitolo “una semplice storia di bullismo”, non riconduce a fatti clamorosi di spettacolari vandalismi, né di violenze degne di stuntman cinematografici. La storia narra, con un linguaggio contemporaneo ironico e, a tratti esilarante, di un tradimento intimo e di un disagio crescente, perpetrato, in modo costante e latente, tra i ragazzi di un liceo. Fatti che, lontani dai clamori del richiamo mediatico, minano, in primis, la dignità umana (mercoledì 29 febbraio alle ore 9.30).
In chiusura di rassegna arriverà al Moderno di Fusignano la compagnia Tanti Cosi Progetti con la nuova produzione Cecino e Mignolina. Due storie, Cecino nella tradizione italiana e Mignolina in quella del nord Europa, che vedono i loro protagonisti accomunati da origini sorprendenti, dalle dimensioni, dalla comune visione del mondo, che solo ad una lettura superficiale potrebbe sembrare  troppo grande e che invece si rivela, grazie al loro agire, alla portata di tutti. Perché l’importante è vivere con la curiosità e il desiderio di scoperta, la purezza e il desiderio di bellezza come qualità per costruire il proprio mondo, compiere le imprese più difficili,  realizzare l’armonia del proprio universo (mercoledì 21 marzo alle ore 9.30).