“Dalle forze della città scarso sostegno e partecipazione”

 

Si tiene lunedì 22 ottobre, ai Magazzini del Sale (V anta) alle 20.30, l’assemblea generale degli operatori di Milano Marittima, promossa dall’associazione Project Pro Loco Milano Marittima. L’appuntamento “vuole riunire gli operatori della località per presentare un primo bilancio di “Progetto Eventi, Milano Marittima – Mare Forza 100”, iniziato lo scorso anno in occasione del Centenario e che proseguirà anche nel prossimo triennio, in vista di EXPO 2015″.

Ma la Pro Loco chiama soprattutto a raccolta la città. Lamentando la scarsa partecipazione: ”Il vasto programma di iniziative – spiega la Pro Loco - ha l’obiettivo di consolidare l’immagine di Milano Marittima, come località elettiva di un qualificato ed esclusivo turismo, per attrarre nuovi flussi di traffico, a beneficio di tutte le attività produttive del territorio. L’Assemblea ha lo scopo quindi di illustrare a tutto il tessuto produttivo del territorio, gli sviluppi e l’andamento dei lavori di progettazione degli eventi, per raccogliere commenti e suggerimenti da parte degli stessi Operatori”.

“Altro importante tema della serata che verrà analizzato sarà il problema della mancanza di partecipazione da parte degli Operatori sul territorio e la mancanza di coinvolgimento da parte delle associazioni coinvolte che, dopo un anno e mezzo di lavoro, hanno solo portato allo stravolgimento di idee e progetti dando scarso apporto specifico e non riconoscendo alcun titolo al progetto. Oggi è più che mai improponibile essere efficaci ed efficienti per attuare interventi, organizzare iniziative di intrattenimento e incoming in assenza di un tessuto sociale attivo e coeso. Pro loco, come altri enti del territorio, ha registrato un notevole calo di adesione e di interesse non solo verso la stessa Associazione, ma sul territorio in generale. Le stesse Associazioni di Categoria sono poco attive e poco attente alle problematicità che si riscontrano quotidianamente: sarebbe opportuno diffondere un messaggio condiviso e di sensibilizzazione verso una maggiore aggregazione sociale che risulta non solo necessaria, ma strategica poiché in grado di massimizzare risultati con uno sforzo davvero minimo riconoscendo inoltre i ruoli specifici di ognuno.         
Solo attraverso un’attenta azione di aggregazione sociale di forze, idee e soggetti operanti sul territorio, azione che solo l’Amministrazione e le Associazioni di Categoria possono svolgere, è possibile instaurare quella ‘CABINA DI REGIA’ volta a massimizzare ogni singola iniziativa e ogni singola azione di marketing e promozione. Come Pro loco siamo obbligati a confrontarci con Associazioni e Amministrazione, ma è necessario che questi stessi enti sensibilizzino i propri associati ad un maggiore interesse, una maggiore partecipazione alla comunità.

‘Progetto Eventi’ è stato frutto della collaborazione di solo 90 imprenditori, di tutte le categorie (albergatori, commercianti, stabilimenti balneari, piccoli artigiani, …) ma per essere davvero competitivi e ‘fare la differenza’ tutti gli operatori, indistintamente dalla propria attività, dovrebbero dare il loro contributo; invece ‘gli altri 1000’ si limitano a stare a guardare, giudicano senza la giusta informazione, oppure si disinteressano completamente del territorio.         
Da una rapida analisi emerge come viene a mancare in particolare la collaborazione di tutte quelle attività di franchising con monomarca, delle realtà aziendali e delle attività ‘stagionali’, una quasi totale assenza di albergatori e sopratutto stabilimenti balneari; queste categorie ritengono che Milano Marittima sia ‘viva’ solamente sei mesi all’anno, sottovalutando l’importanza strategica della bassa stagione per shopping, ristorazione e divertimento; non solo, gran parte degli appartamenti e delle case vengono vendute e/o affittate durante la bassa stagione, in concomitanza di una passeggiata nel fine settimana con la famiglia, ed è proprio durante questi periodi di ‘bassa stagione’, quando tutto “balza all’occhio” che la località deve presentarsi al meglio: pulita, in ordine, con negozi e/o locali seppur chiusi almeno con vetrine illuminate, con un’indicazione sulla prossima apertura, un semplice messaggio di ‘buone feste’.          
Durante l’Assemblea verranno maggiormente trattati questi temi, nella speranza che la cittadinanza, gli operatori e le istituzioni di riferimento abbiamo colto tale problematica e che si instauri un clima di maggiore collaborazione e cooperazione; la stessa Project Proloco ha la necessità che le venga riconosciuto il proprio ruolo a Milano Marittima e che venga aiutata da tutte le parti coinvolte nel proprio percorso, diversamente non ha realmente senso continuare ad esistere e saremo ben felici di lasciare posto a chi ne sarà capace. Seguirà un dibattito pubblico per ascoltare e registrare le opinioni e necessità degli Operatori. Gli organizzatori raccomandano, per l’importanza dei temi trattati, la più ampia partecipazione all’incontro, da parte di tutti gli operatori della località”.