L’episodio è avvenuto a Fosso Ghiaia

A bordo di un taxi con oltre duecento grammi di eroina. E’ successo a Fosso-Ghiaia dove i  Carabinieri di Cervia-Milano Marittima hanno sottoposto al controllo dei titoli autorizzativi il conducente di un taxi in frettoloso sorpasso sulla SS16. Verificata la regolarità delle licenze e delle condizioni del trasporto, l’attenzione dei militari si è spostata sul passeggero, dal cui atteggiamento era trasparso subito un certo nervosismo, tanto che l’uomo, un 30enne tunisino di Cervia, H.Z, era stato invitato dai Carabinieri a dare spiegazioni del suo stato di agitazione e consegnare eventuali cose illegalmente detenute.
Quando l’uomo ha spontaneamente consegnato due piccoli involucri di eroina e cocaina, i carabinieri, anziché credere alla versione dell’uomo – che riferiva detenere quel modesto quantitativo per uso personale – hanno proceduto alla perquisizione ritrovando nelle sue tasche ben 266 grammi di eroina e 120 euro, verosimile provento dello spaccio.
L’uomo è stato pertanto arrestato e condotto in carcere, dove dovrà rimanere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.