C.L.A.M.A, “Il Comune si dichiari contrario ad accogliere spettacoli circensi con animali”

“Fra i tanti manifesti che inneggiano ai preparativi natalizi, negli ultimi giorni sono comparsi quelli di un circo acquatico, con tanto di coccodrilli, pinguini ed ippopotami.

Animali selvatici che dovrebbero vivere liberi in natura vengono costretti ad una vita di cattività e costrizioni per compiacere gli spettatori  e per arricchire chi lucra  sulla pelle di creature innocenti. Una crudeltà che ancora si vuole fare passare come divertimento”, a spiegarlo è l’associazione C.L.A.M.A Ravenna onlus, che spiega: “Il circo con animali esotici dovrebbe essere vietato in Regione, ma la risoluzione relativa approvata nel 2012 non è ancora diventata realtà. Non c’è mai fretta per le leggi a protezione degli animali evidentemente.

Dopo la mancata attuazione della legge regionale sul divieto di detenzione dei cani a catena, e dopo lo scandalo del massacro dei daini della pineta di Classe decretato dalla Provincia, lo spregio dei diritti animali continua con il patrocinio concesso al circo da parte del Comune.

Chiediamo al Sindaco che lo ritiri immediatamente e che il Comune si dichiari pubblicamente contrario ad accogliere circhi con animali.

Esistono bellissimi spettacoli circensi senza animali, e sono questi che vogliamo nella nostra città.

Ricordiamo alla cittadinanza – continua C.L.A.M.A – che assistere a spettacoli con animali contribuisce ad alimentare il meccanismo perverso che si nutre di detenzione e sfruttamento  ed invitiamo tutti a riflettere molto bene e a scegliere altri luoghi di vero divertimento per sé e per i propri figli”.