La fondatrice Alfa Garavini, “Ricorderemo il passato, ma non lo staccheremo da ciò che Olimpia è oggi”

“Compie 50 anni esatti l’avventura sportiva di Alfa Garavini e della sua creatura straordinaria: L’OLIMPIA”, ad annunciarlo è la stessa società, che spiega: “Era il 1965, infatti, quando Alfa – professoressa di educazione fisica – decise di sperimentare con le sue scolare quella pallavolo, appresa durante gli studi Isef a Bologna dal professor Del Chicca.

Un’avventura che – con gli sponsor Monoceram, Diana Docks e Teodora – è ricca di pagine leggendarie e di trionfi: 11 scudetti consecutivi, 2 coppe dei campioni, decine di atlete in azzurro, raffiche di titoli giovanili: uno sport completamente re-inventato grazie ad atlete fantastiche e ad idee tecniche e organizzative rivoluzionarie, che sono state modello in Italia ed in Europa”.

Ma non solo “Olimpia – continua la società – per cinquant’anni e ancora oggi, è un marchio entrato in migliaia di famiglie ravennati e romagnole, chiedendo l’impegno delle ragazze nello sport e offrendo loro una crescita fisica ed emozionale che si scolpisce in modo indelebile nei ricordi di chi diventa campionessa, ma anche in quelli di chi non ottiene risultati eclatanti. E che è un pass internazionale di riconoscibilità nel mondo, dove, non di rado, si associa il concetto di ‘Ravenna’ a quello di grande volley”.

“Cinquant’anni sono un traguardo importante – dice Alfa Garavini, tornata da qualche anno alla guida della società – Abbiamo un ricco programma di eventi per celebrarlo in modo adeguato. Ricorderemo il passato, ma non lo staccheremo da ciò che Olimpia è oggi, soprattutto con la sua vivacissima attività giovanile, e da quello che ambisce a diventare domani, per ridare alla città lo spettacolo di una prima squadra competitiva ad alto livello”.

Incontri culturali, dibattiti, tornei giovanili, mostre, testimonianze delle protagoniste, video e la “perla” finale di un grande evento, in via di definizione, che possa tornare a far vedere – almeno per una notte – la miglior pallavolo femminile a Ravenna.

Un progetto che ha subito ottenuto l’appoggio del presidente regionale del Coni Umberto Suprani (vicino dalla prima ora alle vicende dell’Olimpia) e del presidente provinciale di Fipav Giovanni Mingazzini.