La droga avrebbe fruttato oltre 300mila euro

Il 23 febbraio 2015, personale della Polizia di Stato ha proceduto all’arresto di un trafficante di droga, un cittadino albanese 27enne residente a Rimini, operaio edile e incensurato, che svolgeva la sua attività in più province emiliano-romagnole.

Era stato notato nell’ambito dell’attività di contrasto al traffico di stupefacenti svolta dai poliziotti della Squadra Mobile di Ravenna che lo hanno seguito fino a Rimini dove al termine del lavoro si recava in un deposito nella zona artigianale di Rimini Nord.

Lunedì mattina è scattato il controllo: gli investigatori dell’Antidroga di Ravenna, con la collaborazione dei colleghi di Rimini, hanno proceduto alla verifica dell’auto e dello straniero dopo che questi era stato notato nel garage ubicato nella zona artigianale.

La perquisizione ha permesso di sequestrare un primo chilogrammo circa di cocaina che l’uomo trasportava nell’auto; nel deposito nella sua disponibilità sono stati trovati altri tre chili di cocaina circa e un tesoretto di 88.000,00 euro circa in contanti ritenuto il provento dell’attività legata allo spaccio.

La droga sequestrata – secondo il dirigente della Squadra Mobile di Ravenna  Nicola Gallo – avrebbe fruttato sulla piazza oltre 300.000,00 euro; significativo anche il sequestro di contante da ritenersi, per le modalità con le quali era custodito, una parte del ricavato della droga già venduta dal trafficante.