Dal 23 al 29 marzo si celebra la Museum week 2015

Dal 23 al 29 marzo 2015, il Museo Carlo Zauli, insieme alle istituzioni culturali e ai musei di tutto il mondo, celebrerà la cultura su Twitter.

Promossa da una dozzina di community manager di musei e istituzioni culturali francesi in collaborazione con i team di Twitter, la #MuseumWeek 2014 ha conquistato 630 musei di tutta Europa.

Per il 2015 si è prefissato un duplice obiettivo: dare un’eco mondiale a questo evento dedicato alla celebrazione dei musei e attirare un numero di visitatori ancora più ampio, in modo ludico e partecipativo con 7 giorni e 7 temi diversi da condividere con i partecipanti da ogni parte del mondo, temi che vanno dal dietro le quinte, fino ai selfie con le opere, passando da argomenti più seri come la storia dell’edificio museale, o le facilitazioni per le visite con la famiglia.

A oggi i musei aderenti sono 1401, e spaziano dall’arte antica, ai musei tematici, ai linguaggi contemporanei, passando per tutti i paesi del globo.

(tutti i partecipanti a questo link http://museumweek2015.org/en/participants/).

In Italia i musei che aderiscono sono oltre 140. Il museo carlo Zauli sarà in ottima compagnia a twittare di arte contemporanea insieme ai maggiori musei come Maxxi, Mart, Palazzo Grassi, Madre, Fondazione Sandretto, Castello di Rivoli, mentre nella nostra regione non sono molti gli aderenti, ma compaiono Palazzo dei Diamanti a Ferrara, Genius Bononiae a Bologna, Ravenna Mosaici.

“La Museum Week per noi – ha spiegato il Museo – costituisce principalmente l’occasione per dialogare e fare rete con i colleghi di tutto il mondo, ma è anche un importantissimo momento di diffusione del nostro lavoro con il grande pubblico che su twitter non è vasto come su facebook, ma è sicuramente in aumento, ed è un pubblico molto attento ai temi culturali”.