Fermato dalla Municipale e denunciato un 25enne

Stava procedendo alla guida di un autocarro ad andatura talmente ridotta da attirare l’attenzione di una pattuglia, di servizio in zona, che decideva di fermarlo per controlli. Quando però il conducente si è accorto di avere la Polizia Municipale alle spalle improvvisamente ha accelerato tentando di far perdere le proprie tracce.

Ne è nato a questo punto un inseguimento che da Punta Marina Terme si è concluso nei pressi del Pala De André, dove l’uomo ha fermato il mezzo. Alla richiesta di esibire i documenti, però, lo stesso dopo aver dichiarato di non averli con sé, ha ripreso la marcia in direzione centro città.

Il tentativo di sfuggire alle verifiche tuttavia è fallito quando il furgone ha imboccato via Adige, strada a fondo chiuso, dove gli operatori, con i colleghi nel frattempo intervenuti in ausilio, poco dopo lo hanno bloccato.

E’ emerso così che il giovane al volante, un 25enne, residente a Ravenna, che viaggiava in compagnia di moglie e figlia, era senza patente, mai conseguita.

E’ questa una tra le principali violazioni accertate, nei giorni scorsi, dalla Polizia Municipale di Ravenna, nel corso dell’ordinaria attività di controllo del territorio, che ha portato anche all’individuazione di nuove irregolarità riferite alla circolazione di veicoli non assicurati e non revisionati, con tutti i potenziali rischi che ciò comporta per la sicurezza stradale.

In particolare sono stati cinque i veicoli sequestrati perché non assicurati, con la contestazione dei relativi verbali a carico di altrettanti conducenti, tutti italiani, di età compresa tra i 24 e i 63 anni, rintracciati sia in città, Piazza Baracca, che presso alcune località del forese: Camerlona, Mezzano, Longana e Coccolia.

Nello specifico, in Piazza Baracca gli agenti hanno intimato l’alt alla conducente di un’autovettura che trasportava sul sedile posteriore, unitamente ad altra persona, un minore non trattenuto da sistema di ritenuta. Esaminando i documenti è emerso che il veicolo era scoperto di assicurazione, scaduta lo scorso marzo. Sono scattati quindi i conseguenti provvedimenti sia per la donna alla guida che a carico del passeggero, in quanto tenuto alla sorveglianza del minore, per omesso utilizzo del prescritto dispositivo di sicurezza.

Cinque anche le infrazioni verbalizzate per omessa revisione, due delle quali nei confronti degli stessi automobilisti sprovvisti anche di assicurazione, dagli agenti della Vigilanza di Quartiere nelle vie Faentina, Reale, Dismano e via Della Cilla (Sant’Alberto.)