A Faenza un’ordinanza del Sindaco vieta l’utilizzo di petardi, mortaretti e fuochi d’artificio

Con l’avvicinarsi della notte di San Silvestro l’Amministrazione comunale di Faenza rinnova le raccomandazioni sull’attenzione da tenere nei luoghi pubblici in riferimento all’uso di petardi e mortaretti.

Comportamenti sconsiderati possono infatti provocare disturbi, danneggiamenti alle cose o, peggio, infortuni a persone e animali.

Anche l’utilizzo di prodotti di libera vendita può essere pericoloso e causare danni a persone e cose, soprattutto se non vengono rispettate tutte le precauzioni previste.

A questo proposito si ricorda che un’ordinanza del Sindaco – emessa nel dicembre 2012 – vieta l’utilizzo di materiali esplodenti quali petardi, mortaretti, fuochi d’artificio e oggetti similari nelle pubbliche vie e nei luoghi aperti al pubblico in tutto il territorio comunale.

Il provvedimento, tuttora in vigore, è finalizzato a tutelare la quiete pubblica, la sicurezza e l’incolumità di persone e animali, contrastando la cattiva consuetudine, non fondata sulle tradizioni romagnole ma diffusa purtroppo anche nel nostro territorio, di celebrare ricorrenze e festività con il lancio di petardi, fuochi artificiali e botti di vario genere.

I trasgressori saranno puniti con una multa da un minimo di 25 euro fino a un massimo di 500 euro, oltre all’eventuale denuncia all’Autorità Giudiziaria, nel caso l’episodio assuma rilievo penale, e al sequestro del materiale pirotecnico.

L’ordinanza non vieta l’utilizzo di prodotti pirotecnici in generale – ad esempio a casa propria o in spazi privati – né vieta di divertirsi a chi ritiene di farlo in questo modo, ma, , lo vieta in luoghi – pubblica via e spazi pubblici – in cui l’utilizzo può comportare disturbo e danni a persone e animali e determinare vandalismi o danneggiamenti a beni pubblici e privati, a tutela della convivenza civile.